dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 17 settembre 2008

Gli automobilisti italiani sono sempre più anziani

Quasi il 20% dei patentati ha più di 60 anni

Gli automobilisti italiani sono sempre più anziani

Aumenta l'età media dei cittadini italiani e come naturale conseguenza invecchia anche il "popolo" degli automobilisti, ma in che misura? Dai dati diffusi dal Ministero dei Trasporti emerge che i conducenti che hanno superato i 60 anni sono 6.840.059, ovvero il 19,2% delle totali 35.514.454 autorizzazioni alla guida. Considerando che quattro anni fa "le patenti grigie" erano 258.223 in meno, si intuisce come il loro numero continui ad aumentare, tanto che fra il 2004 e il 2008 l'incremento è stato del 3,9%.

Per rendersi conto del graduale invecchiamento del popolo degli automobilisti si pensi che, nella fascia d'età compresa tra i 50 e i 59 anni, ci sono altri 5.933.077 patentati, in quella tra i 50 e i 54 ce ne sono 3.144.626 e in quella tra i 55 e i 59 anni 2.788.451 automobilisti. Questo significa che nei prossimi anni in Italia ci saranno sempre più persone anziane al volante: in tal senso non bisogna sottovalutare che i dati relativi all'incidentalità parlano piuttosto di frequente di questa categoria come di quella più a rischio.

In particolare sono gli uomini patentati ad aumentare di numero. Attualmente i maschi che hanno la licenza di guida sono di più delle donne e queste ultime, pur essendo più longeve, rinunciano a guidare molto prima degli uomini. In particolare i maschi che ancora guidano rappresentano attualmente il 67,9% del totale degli over 60 patentati, mentre le donne il 27,3%. Restano fuori dal conteggio le patenti non classificate dal Ministero dei Trasporti (4,8%). Inoltre con l'aumentare della fascia d'età la percentuale dei maschi cresce gradualmente: si passa dal 58,6% nella fascia d'età 60-64 anni, all'85,6% nella fascia oltre 80 anni.

Autore:

Tag: Attualità , incidenti , sicurezza stradale


Top