dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 16 settembre 2008

Alfa Romeo 149 preview

Il count-down per la compatta del Biscione è iniziato

Alfa Romeo 149 preview

Meno 12... i mesi che (verosimilmente) ci separano dall'esordio della nuova Alfa 149. Dalle indiscrezioni raccolte, infatti, la nuova compatta Alfa arriverà sul mercato nella seconda metà del 2009, prevedibilmente a fine estate e comunque in tempo utile per il Salone di Francoforte. Salvo imprevisti.

Di questo modello si parla già da un po', snocciolando a turno previsioni e interpretazioni di messaggi più o meno "criptati", filtrati chissà come. Il tutto ha contribuito a creare un quadro ben delineato della situazione. Così, i rendering realizzati sulla base delle nostre esclusive "soffiate", mostrano una vettura compatta affine nelle proporzioni alla Fiat Bravo e allineata al family feeling delle ultime Alfa Romeo. Il frontale è il secondo tributo alla 8C Competizione, meglio riuscito rispetto a quello della MiTo.
Grazie alla maggior larghezza, è più evidente l'aggressività del complesso, limitando quell'effetto "cartoon" che, a detta di qualcuno, affligge il frontale della piccola di Casa. Lo stesso dicasi per le proporzioni del profilo e della coda, su cui i designer hanno un campo d'azione decisamente più ampio anche se, forse, meno adatto a nascondere la parentela con modelli Fiat e Lancia. In questo è sicuramente complice anche l'architettura a sole cinque porte, abbandonando la declinazione a tre porte - ormai "out" in questo segmento - appannaggio esclusivo della sorellina.

Vediamo, invece, cosa sappiamo dell'anima della nascente compatta "lombardo-piemontese".
Innanzitutto la nuova 149 non si chiamerà così, in onore delle nuove tendenze del naming Alfa Romeo aperte con la MiTo. Alcune riviste parlano già di "Giulia". Ad ogni modo l'auto sarà in tutto e per tutto un'Alfa Romeo del "nuovo corso", seppur nata sulla falsariga della progenitrice. Come l'attuale 147, infatti, la base sarà l'evoluzione di una piattaforma Fiat preesistente. L'Alfa 149-Giulia utilizzerà l'impianto di base già patrimonio di Fiat Bravo e Lancia Delta, in versione a passo corto (la cosiddetta piattaforma Compact), da 2.60 metri. Ciò non comporta, però, l'equazione 149=Bravo, come sarà già balenato nella mente di qualche nostalgico disfattista.

Visti i risultati delle cugine Fiat Bravo e Lancia Delta, le "cinque stelle" EuroNcap saranno a portata di mano, ma non è tutto. La piattaforma Compact, infatti, in virtù della sua grande duttilità verrà condita con particolari ad hoc come l'uso esteso di particolari in alluminio, il retrotreno Multilink e, forse, una rivisitazione più o meno radicale dell'avantreno, ancora top-secret. Sicuramente ritroveremo una versione evoluta del manettino Alfa DNA, capace di modificare anche la taratura degli ammortizzatori a controllo elettronico, e sicuramente ritroveremo l'electronic Q2 e l'interessante unità 1,4 litri a benzina. Grazie alla tecnologia "multiair", infatti, l'ormai noto 1.4 T-jet, oltre agli step da 120 e 150 cavalli, potrebbe raggiungere la ragguardevole (forse eccessiva) potenza di 180 cavalli, lasciando spazio al nascente 1.8 T-jet esclusivamente sulle versioni più potenti (...e si parla di una GTA con 265 cavalli). L'offerta sul fronte diesel si sostanzierà nelle note unità da 1.6 e 1.9 multijet, con potenze fino a 190 cavalli.

La 149, grande, sicura e tecnologica, aspira ad un riposizionamento sul mercato più alto, così da lasciare spazio (e clienti) alla MiTo. E a ricordare che si tratta di una compatta premium ci penserà soprattutto il prezzo, che partirà da una forbice compresa tra i 25 e i 30 mila euro. Un'auto interessante, quindi, sicuramente non "low cost", ma dalla ragguardevole caratura tecnologica, che aspira a rimpiazzare una compatta, la 147, che tra luci e qualche ombra ha segnato la storia Alfa per quasi un intero decennio.

Scegli Versione

Autore: Salvatore Loiacono

Tag: Anticipazioni , Alfa Romeo

Iscriviti alla Community

Scrivi un commento

Condizioni d'uso
Top