dalla Home

Mercato

pubblicato il 12 settembre 2008

Mercato dell'usato in caduta libera

Anche ad agosto, meno radiazioni e passaggi di proprietà

Mercato dell'usato in caduta libera

In un contesto in cui il mercato dell'auto sta attraversando una crisi che sembra quasi essere diventata "ordinaria" per via della sua lunga durata, anche il mercato dell'usato attraversa un periodo negativo. Sebbene nel mese di aprile era stato registrato un incoraggiante +12,8%, che aveva fatto addirittura sperare in una "rivincita" dell'usato rispetto all'acquisto del nuovo, già a maggio è iniziata una lenta discesa che è proseguita fino ad agosto. Le radiazioni delle auto nel mese considerato sono crollate del 25,4% rispetto allo stesso periodo del 2007, un dato che ha attestato così a quota -17,6% le radiazioni dall'inizio dell'anno. Anche il mercato delle auto usate ha subito una contrazione: -18,2% ad agosto. Ogni 100 vetture nuove ne sono state vendute 161 usate, tanto che da gennaio 2008 la compravendita di usato è diminuita del 2,2%.

Secondo i dati pubblicati nell'ultimo bollettino mensile Auto-Trend - l'analisi statistica dell'Automobile Club d'Italia sui dati del PRA - ad agosto sono state eliminate dalla circolazione 88.816 autovetture contro le 119.082 del 2007. Si può stimare che il 31,4% delle vetture radiate dall'inizio dell'anno sono Euro 0, il 29,4% Euro 1, il 23,9% Euro 2, il 12,6% Euro 3 e il 2,7% Euro 4. "Per dare vigore alla sostituzione dei veicoli vecchi con auto più efficienti serve una nuova politica di incentivi economici anche per l'acquisto di autovetture usate Euro 4", ha commentato il presidente dell'ACI, Enrico Gelpi.

Analizzando la situazione per aree geografiche si evince che il calo maggiore dei passaggi di proprietà si è verificato nell'Italia centrale (-19,4%), seguita dalle regioni meridionali (Isole comprese; -18,3%) e da quelle del Nord (-17,6%). A perdere di più sono state le città di Sassari (-45,1%), Cagliari (-30%) e Pisa (-29,5%), mentre le uniche due città che hanno registrato un aumento dei passaggi di proprietà sono state La Spezia (+8,2%) e Crotone (+7,1%).

Il numero di radiazioni è invece calato in maniera più significativa nel Sud e nelle Isole. Qui la caduta è stata del 26,7%, mentre nelle regioni del Centro e del Nord sono stati registrati rispettivamente un -25,6% ed un -25,2%. Da segnalare che in tutte le città d'Italia il numero delle radiazioni è stato inferiore a quello dell'anno scorso. I picchi più bassi sono stati registrati in sardegna, dove ben 3 città hanno riportato una diminuzione superiore alla media (Olbia -58,3%, Sassari -52,6% e Cagliari -40,5%). Percentuale più bassa in Italia quella di Pisa: -9,6%.

Autore:

Tag: Mercato , immatricolazioni


Top