dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 8 settembre 2008

Greenpeace "sfila" per l'auto ecologica

A Bruxelles una manifestazione in favore dei nuovi limiti sul CO2

Greenpeace "sfila" per l'auto ecologica

E' ancora una volta Greenpeace ad alzare la voce nei confronti delle industrie automobilistiche. Dopo aver accusato Porsche di produrre auto troppo inquinanti, l'organizzazione internazionale è tornata a Bruxelles per manifestare contro la "presunta" pressione che le Case automobilistiche starebbero esercitando per cercare di mitigare la legislazione sui limiti alle emissioni di CO2 delle auto che dovrà essere discussa e votata tra pochi giorni. Stavolta però non si tratta di una protesta "alla Flinstones", ma di una carovana di veicoli a ridotte emissioni inquinanti che ha percorso le strade della capitale belga.

La carovana "dimostra come siano già in commercio diversi modelli di auto che rispettano i limiti di emissione richiesti dall'Unione Europea di 120g di CO2 per km, nonostante le case automobilistiche sostengano di avere bisogno di altro tempo per adeguarsi a tali obiettivi", ha detto Andrea Lepore, responsabile della campagna Trasporti e Clima di Greenpeace. Le 8 automobili, tra cui ci sono modelli come Opel Corsa 1.3 cdti (119g/km) e Toyota Prius 1.5 VVT-i Hybrid (104 g/km), si sono fermate fuori al Parlamento Europeo, in Place Luxembourg, come "prova che l'industria sta prendendo tempo per mantenere i profitti alti e non modificare di nulla le proprie politiche aziendali".

"È fondamentale che il Parlamento Europeo imponga alle case automobilistiche il termine del 2012 per ottenere dei risultati soddisfacenti", ha aggiunto Lepore. Questa richiesta coincide inoltre con la pubblicazione del rapporto di Greenpeace "Fuori strada: le pretese dell'industria automobilistica" (Off track: inflated claims of the car industry), un documento che dimostrerebbe come i costi finanziari e sociali di adeguamento alla normativa europea sarebbero stati "ancora una volta" sovrastimati dalle case automobilistiche.

Inoltre, con il manuale "10 semplici passi per ridurre le emissioni delle automobili", Greenpeace presenta le soluzioni tecnologiche già disponibili per ridurre le emissioni. Un esempio? Eliminando le due motorizzazioni più potenti per ogni modello prodotto si otterrebbe una generale riduzione del 10-12% dei consumi medi del parco auto in circolazione.

Autore:

Tag: Attualità , mobilità sostenibile , unione europea , inquinamento


Top