dalla Home

Mercato

pubblicato il 5 settembre 2008

Toyota investe in Europa

Nello stabilimento in Belgio si progetta il futuro dell'auto in un ambiente eco-compatibile

Toyota investe in Europa

Per studiare soluzioni ad hoc per gli automobilisti europei, Toyota ha deciso di investire 80 milioni di euro nel suo Centro Tecnico Europeo di Zaventem, in Belgio, una cifra che si aggiunge agli oltre 200 milioni di euro che il Colosso giapponese ha già speso fin'ora nella Ricerca e Sviluppo nel Vecchio Continente. Verranno così creati 250 nuovi posti di lavoro e, a partire dal 2009, il Centro si arricchirà di un circuito di prova, di nuove attrezzature per i test e rinnoverà le strutture per creare uno spazio aggiuntivo di 12.000 mq nella zona delle officine e dei laboratori. "L'aumentata capacità di Ricerca e Sviluppo farà sì che le nuove tecnologie saranno sempre più vicine alle condizioni di guida, agli standard ed ai gusti europei", ha detto Kazuhiko Miyadera, vice presidente Ricerca e Sviluppo di Toyota Motors Europe.

Il nuovo tracciato di prova a tre corsie, su cui verranno testati i prototipi per verificarne la guidabilità, sarà lungo 1,3 km e comprenderà diversi fondi stradali e varie pendenze per riprodurre le tipiche condizioni di guida sulle strade europee. In linea con l'impegno di Toyota per la riduzione dell'impatto ambientale di ogni aspetto della propria attività (recentemente dimostrato anche in Thailandia, dove il Costruttore ha piantato 100.000 alberi), il Centro sarà gestito secondo criteri di progettazione e costruzione strettamente ecologici. Ad esempio, fino all'80% dei materiali di demolizione sarà riciclato e riutilizzato nel sito. Inoltre, per limitare la dipendenza del Centro dai combustibili fossili e migliorarne l'efficienza energetica, è allo studio l'impiego di energia geotermica e di pannelli fotovoltaici.

Autore:

Tag: Mercato , Toyota , statistiche


Top