dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 30 agosto 2008

Le city car del futuro saranno le "stackable cars"?

Dagli USA un'idea per risolvere il traffico in città

Le city car del futuro saranno le "stackable cars"?

Arriva dall'America un'idea che, se troverà applicazione, rivoluzionerà l'approccio del cittadino nei confronti del traffico. Si tratta delle stackable cars, ovvero delle micro vetture a disposizione di tutti che vorrebbero proporsi come alternativa a taxi, autobus e metropolitana. Ideate da un gruppo di ingegneri ed architetti del Massachusetts Institute of Technology e di General Motors, queste piccole auto possono trasportare a bordo fino a due persone ed essere parcheggiate in uno spazio molto contenuto. Fin qui niente di nuovo, visto che oggi anche smart offre la stessa possibilità e ben presto anche Toyota con l'IQ metterà a disposizione un'alternativa simile. Ma con le stackable cars l'innovazione sta nella capacità di variare i propri ingombri dato che queste miniauto sono in grado di ripiegarsi su se stesse al fine di occupare meno spazio possibile una volta parcheggiate..

Non appena parcheggiata la stackable car si solleva e si contrae al massimo per occupare il minor spazio possibile. Inoltre, la sua forma è stata studiata appositamente per potersi "incastrare" con quella di un'altra stackable car, proprio come succede, ad esempio, con i carrelli della spesa al supermercato. Il vantaggio di questo sistema non è soltanto nel risparmio di spazio, nonché di tempo per cercare parcheggio, ma anche nella divisione dei costi di gestione delle vetture stesse. I progettisti non si sono spinti ad ipotizzare nel dettaglio in che modo un'amministrazione pubblica dovrebbe dividere la spesa, ma hanno immaginato la possibilità per ogni automobilista di utilizzare una stackable car proprio come avviene con i mezzi pubblici, magari pagando un abbonamento.

Così non ci sarebbe il problema di dover dipendere dagli orari prestabiliti e ci si potrebbe muovere con più libertà ad un prezzo contenuto, come si sta cercando di fare attualmente con il car sharing, di cui le stackable cars potrebbero essere l'evoluzione. Riguardo all'alimentazione si parla di emissioni molto ridotte e ibrido o elettrico, ma per ora non ci sono ulteriori dettagli tecnici.

Stackable cars

Gli ingegneri e gli architetti del Massachusetts Institute of Technology e di General Motors hanno "immaginato" le stackable cars, micro vetture da città per eliminare il traffico e i problemi di parcheggio.

Autore:

Tag: Curiosità , trasporto pubblico


Top