dalla Home

Tecnica

pubblicato il 1 settembre 2008

Crash Test Mercedes Benz Classe M

5 stelle nella protezione dei passeggeri, soltanto una in quella dei pedoni

Crash Test Mercedes Benz Classe M
Galleria fotografica - Crash Test Mercedes Benz Classe MGalleria fotografica - Crash Test Mercedes Benz Classe M
  • Crash Test Mercedes Benz Classe M - anteprima 1
  • Crash Test Mercedes Benz Classe M - anteprima 2
  • Crash Test Mercedes Benz Classe M - anteprima 3

Con il model year 2008 la Mercedes Classe M ha fatto un deciso salto in avanti in quanto a sicurezza, come dimostrano i crash test EuroNCAP a cui è stata sottoposta questa SUV con motorizzazione ML320 CDI.

PROTEZIONE PASSEGGERI
Le cinque stelle della Classe M 2008, rispetto alle quattro della precedente versione lanciata nel 2002, valgono ancora di più se si considera che durante i test è stato disattivato il sistema Pre-Safe. Guidatore e passeggero nella prova di impatto frontale sono rimasti ottimamente protetti grazie anche agli airbag per le ginocchia ed EuroNCAP assicura che tale livello di sicurezza vale anche per occupanti di statura molto diversa. Massimo dei punti anche nella prova di impatto laterale e nel pole test.

PROTEZIONE BAMBINI
Per quanto riguarda i bambini a bordo tre stelle EuroNCAP per un veicolo premium come la Classe M non sono tantissime. Insufficienti le indicazioni sui rischi dell'adozione di un seggiolino frontemarcia, soprattutto perché l'airbag anteriore non è disattivabile. In opzione è però disponibile un dispositivo che riconosce automaticamente se è stato installato un seggiolino di sicurezza per i bambini e disattiva l'airbag, ma l'esemplare testato ne era sprovvisto.

PROTEZIONE PEDONI
Una sola stella nella protezione dei pedoni è la vera nota dolente di questo test. Sia il paraurti che il cofano hanno dimostrato di essere potenzialmente pericolosi in caso di investimento di pedone, soprattutto se si tratta di un bambino.

Autore:

Tag: Tecnica , Mercedes-Benz , crash test


Top