dalla Home

Tecnica

pubblicato il 29 agosto 2008

Crash Test Hyundai i30

La coreana si migliora e raggiunge le 5 stelle EuroNCAP

Crash Test Hyundai i30
Galleria fotografica - Crash Test Hyundai i30Galleria fotografica - Crash Test Hyundai i30
  • Crash Test Hyundai i30 - anteprima 1
  • Crash Test Hyundai i30 - anteprima 2
  • Crash Test Hyundai i30 - anteprima 3

L'EuroNCAP ha pubblicato i risultati degli ultimi crash test svolti sulla Hyundai i30 e i dati parlano di un ottimo cinque stelle per la protezione passeggeri della compatta coreana, in grado di migliorarsi rispetto alle prove dello scorso anno. Solo nel 2007 infatti la i30 non era andata oltre le 4 stelle. Anche nella protezione bambini è migliorata, passando da 3 a 4 stelle. Fermo a 2, ma comunque nella media, il punteggio relativo alla salvaguardia dei pedoni.
Grazie a questi risultati la Hyundai i30 si pone sugli stessi livelli di protezione raggiunti da Ford Focus, Kia Cee'd e Mercedes Classe A. Il modello utilizzato nei test è una i30 1.6 GLS 5 porte.

PROTEZIONE PASSEGGERI
Hyundai ha apportato per il 2008 delle modifiche alla i30 per migliorare il livello di protezione per ginocchia e femore del guidatore; proprio in questa zona i impatto il manichino ha fatto registrare danni minori rispetto al modello 2007. Qualche problema di possibili danni alla parte superiore delle gambe rimane a livello di colonna dello sterzo e blocchetto d'accensione per i piloti più alti o seduti in posizione diversa. La cellula abitativa e la zona dei piedi è risultata integra dopo lo scontro.

PROTEZIONE BAMBINI
Le 4 stelle testimoniano il buon livello di protezione per i bambini, ma risulta carente il livello di informazione sulle modalità di utilizzo del seggiolino e sulla disattivazione dell'airbag passeggero. La necessità di escludere il funzionamento di questo airbag quando viene ospitato un bambino nell'apposito seggiolino in posizione contromarcia non risulta chiaramente spiegata nell'apposita etichetta informativa, apposta sull'aletta parasole e visibile solo quando questa non è utilizzata. Stesso difetto d'informazione riguardo la presenza dei punti di ancoraggio ISOFIX nei sedili posteriori.

PROTEZIONE PEDONI
Solo discreta la protezione per la testa di un bambino investito e addirittura scarsa nel caso di un adulto, non sufficientemente difeso dalla parte anteriore del cofano motore.

Autore:

Tag: Tecnica , Hyundai , crash test


Top