dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 25 agosto 2008

Honda Civic model year 2009 per gli USA

Piccoli ritocchi per la berlina giapponese che piace agli americani

Honda Civic model year 2009 per gli USA
Galleria fotografica - Honda Civic model year 2009 - USAGalleria fotografica - Honda Civic model year 2009 - USA
  • Honda Civic model year 2009 - USA - anteprima 1
  • Honda Civic model year 2009 - USA - anteprima 2
  • Honda Civic model year 2009 - USA - anteprima 3
  • Honda Civic model year 2009 - USA - anteprima 4
  • Honda Civic model year 2009 - USA - anteprima 5
  • Honda Civic model year 2009 - USA - anteprima 6

Se per gli europei la Honda Civic ha l'aspetto di una futuribile vettura a due volumi con la plancia ispirata a quella di un'astronave, la versione della Civic per gli USA è invece una più tradizionale berlinetta da famiglia: il corpo vettura, infatti, è differente, e corrisponde a quello che da noi è riservato alla sola Civic Hybrid. Ora Honda ha presentato ufficialmente la versione facelift della Civic "USA" per il 2009, un aggiornamento che di certo contribuirà a tenere elevato il gradimento degli americani nei confronti di questa berlina giapponese.

A cambiare sono sopratutto gli elementi più caratterizzanti della "personalità" di un'auto, ovvero il frontale e la coda. La "linee tese" che caratterizzano la più recente produzione Honda compaiono soprattutto nel nuovo frontale: confrontandolo con quello della precedente, si nota la diversa mascherina, con il listello cromato superiore più importante, ma anche i nuovi fari sottili, dal design più semplice e deciso e dai diversi elementi luminosi; nuova anche la parte inferiore dello scudo paraurti, che comprende una presa d'aria centrale a forma di trapezio affiancata da due prese d'aria più piccole ai lati. I designers Honda hanno modificato anche la coda, la cui fanaleria segue l'arco del cofano bagagli sia superiormente che nella zona inferiore, sotto la quale è definito l'incavo del vano portatarga, a trapezio rovesciato, sormontato da un listello cromato che funge da maniglia di apertura; diversa è anche la zona inferiore del paraurti, ora più squadrata e con accenno di "estrattore". Poche le altre modifiche esterne: sono previsti, ad esempio, nuovi cerchi in lega per tutte le versioni. Anche all'interno, le differenze sono per lo più di dettaglio, e riguardano in particolare la dotazione: da notare che, come nella versione europea, la Civic ha gli strumenti distribuiti in varie sezioni della plancia, sebbene l'impostazione generale risulti decisamente più "classica".

Immutata, invece, la meccanica: la Civic viene venduta negli USA in versione Sedan e Coupe con motorizzazioni 4 cilindri i-VTEC da 1,8 litri e da 2 litri (versioni Si), mentre la Civic GX è dotata del motore 1,8 funzionante a gas naturale. Le modifiche estetiche verranno proposte anche sulla Civic Hybrid (quindi, presumibilmente, anche sulla versione europea), dotata del motore 1,3 litri i-VTEC e del motore elettrico da poco più di 20 CV integrati mediante la tecnologia IMA, per una potenza combinata di 116 CV a 600 giri/min ed una coppia massima che può arrivare a 167 Nm da 1000 a 2500 giri/min, garantendo emissioni zero a funzionamento solo elettrico, che avviene in condizioni di marcia a bassa velocità. Da segnalare che, mentre le versioni USA della Civic sono assemblate negli Stati Uniti e in Canada utilizzando parti prodotte in loco o in altre parti del mondo, le Civic Hybrid provengono tutte dallo stabilimento di Suzuka, in Giappone.

Scegli Versione

Autore: Sergio Chierici

Tag: Anticipazioni , Honda


Top