dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 21 agosto 2008

Toyota pianta 100.000 alberi in Thailandia

Uno spettacolo stra-ordinario per la produttività sostenibile

Toyota pianta 100.000 alberi in Thailandia
Galleria fotografica - Toyota pianta 100.000 alberi in ThailandiaGalleria fotografica - Toyota pianta 100.000 alberi in Thailandia
  • Toyota pianta 100.000 alberi in Thailandia - anteprima 1
  • Toyota pianta 100.000 alberi in Thailandia - anteprima 2
  • Toyota pianta 100.000 alberi in Thailandia - anteprima 3
  • Toyota pianta 100.000 alberi in Thailandia - anteprima 4
  • Toyota pianta 100.000 alberi in Thailandia - anteprima 5

Immagini come queste non sono uno spettacolo frequente. Migliaia di braccia che piantano circa 100.000 alberi all'interno e all'esterno di una fabbrica di automobili. E' successo in Thailandia, più precisamente nel sito produttivo Ban Pho nella provincia di Chachoengsao. A organizzare l'evento, che si può considerare la più grande manifestazione di questo genere mai realizzata, è stata Toyota che ha voluto testimoniare il proprio impegno in attività di produzione sostenibile.

I cappellini verdi che si scorgono nelle fotografie appartengono a più di 10.000 volontari tra membri della comunità locale, funzionari della provincia di Chachoengsao, fornitori e concessionari accompagnati dalle loro famiglie che si sono rimboccati le maniche per creare attorno al sito produttivo un habitat ricco e variegato per ogni abitante.

La flora prescelta per lo scenario è quella locale. Ben 34 tipi di alberi sono stati selezionati per circondare l'impianto di Ban Pho, che punta ad essere un modello di attività produttiva sostenibile per tutta l'area Asia-Pacifico. Fin dalla sua inaugurazione, avvenuta nel 2007, è stata la prima fabbrica estera di Toyota ad introdurre un sistema di cogenerazione e di pannelli solari per abbattere le sue emissioni di CO2 di 9.000 tonnellate l'anno.

Per tutelare l'ambiente a Ban Pho si utilizzano anche altri accorgimenti. Le acque reflue sono riciclate, le vernici nell'impianto nei processi di verniciatura sono soltanto quelle non metalliche a base d'acqua generata e molti dei materiali di scarto vengono riutilizzati per la costruzione di infrastrutture. Ad esempio, il legno degli imballaggi viene recuperato per costruire ponti, la plastica di scarto è sfruttata per creare panche ed i blocchi derivati dagli scarti solidificati finiscono per pavimentare marciapiedi.

Autore:

Tag: Curiosità , Toyota , mobilità sostenibile , inquinamento , produzione


Top