dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 20 agosto 2008

Nuove cariche in Pininfarina nel segno della continuità

Paolo e Lorenza alla guida della società

Nuove cariche in Pininfarina nel segno della continuità

La tragica ed improvvisa scomparsa di Andrea Pininfarina a causa di un incidente stradale è stata motivo di profondo cordoglio nazionale oltre che, naturalmente, famigliare. Non è un caso, dunque, che il Consiglio di Amministrazione della Pininfarina S.p.A. svoltosi lo scorso 12 agosto 2008 si sia aperto proprio nel ricordo di Andrea Pininfarina, attraverso le parole dei sui familiari ed in particolare dei fratelli Paolo e Lorenza, figli di Sergio Pininfarina.

Il Consiglio di Amministrazione, dunque, ha provveduto a votare le nuove cariche societarie volendo dare un segno di forte continuità: su proposta di Lorenza Pininfarina, è stato nominato all'unanimità Paolo Pininfarina come Presidente della Società, mentre a Lorenza Pininfarina è stata affidato l'incarico di vicepresidente vicario; le cariche di direttore generale e direttore finanziario sono state invece assegnate rispettivamente a Silvio Angori e a Gianfranco Albertini. Sono state inoltre attribuite alcune deleghe: a Paolo Pininfarina per le attività di design e Pininfarina Extra, a Lorenza Pininfarina per la comunicazione, a Silvio Angori per tutte le attività operative, l'attuazione del piano industriale e la delega per tutte le partecipate ad eccezione di Pininfarina Extra, mentre a Gianfranco Albertini per la finanza ed amministrazione.

Il nuovo Consiglio di Amministrazione della Pininfarina risulta ora composto da Sergio Pininfarina (Presidente d'onore), Elisabetta Carli, Mario Deaglio, Edoardo Garrone e Carlo Pavesio. Queste, infine, le parole del neo-presidente Paolo Pininfarina, ad elezione avvenuta: "Nel segno di una forte continuità di oltre 75 anni la nostra Famiglia si è assunta la piena responsabilità in prima persona. Con il Consiglio abbiamo immediatamente risposto alla tragica emergenza della scomparsa di Andrea dando fiducia alle persone che hanno collaborato con mio Fratello alla predisposizione del piano industriale e finanziario che ha trovato qualificato consenso in partner industriali e nelle istituzioni finanziarie. Insieme al Consiglio il mio impegno è che il programma per lo sviluppo tracciato da mio fratello continui nei tempi e le modalità già indicati con il rafforzamento di tutte le componenti della Società".

Autore: Sergio Chierici

Tag: Attualità , incidenti , car design , VIP , sicurezza stradale


Top