dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 20 agosto 2008

Guida contromano: 69 episodi in 6 mesi

Negli ultimi due anni il numero di incidenti è raddoppiato

Guida contromano: 69 episodi in 6 mesi

Le pagine dei giornali continuano a riempirsi di fatti di cronaca che raccontano la cosiddetta "Italia del contromano". In questi giorni non c'è stato soltanto l'incidente della A21 avvenuto alla vigilia di Ferragosto sulla A21 in cui hanno perso la vita 3 persone. Solo per fare un esempio, a Piacenza i Carabinieri hanno recentemente bloccato un'auto che viaggiava in senso opposto nella trafficatissima via Caorsana e si sono sentiti dire: "E che volete da me? Lo faccio sempre!". Patente ritirata, 10 punti decurtati e multa. Un fenomeno che in Italia sembra tristemente diffuso.

Tra gennaio e giugno di quest'anno l'ASAPS ha monitorato ben 69 episodi di questo genere, di cui 42 senza conseguenze di tipo letale o comunque grave, perché i conducenti sono stati fermati per tempo dalle Forze dell'Ordine, mentre 27 che si sono trasformati in veri e propri impatti contromano. Sette episodi sono risultati mortali per 9 persone e 11 casi hanno avuto come conseguenza il ferimento di altrettante 42. L'anno scorso nello stesso periodo gli episodi di guida contromano erano stati 71, ovvero 2 in più, ma il numero resta allarmante soprattutto se si considera che due anni fa se ne era parlato "appena" 46 volte.

Lo scenario più pericoloso per questo preoccupante tipo di fenomeno resta la strada con carreggiata separata, quella cioè nel quale il contromano prosegue più a lungo rispetto alla "semplice" invasione della corsia opposta che viene registrata sulle arterie ordinarie: parliamo di 36 episodi (52,2%) contro 33 (47,8%). Giorno o notte non fa differenza. Il numero di casi è quasi lo stesso: 38 i notturni e 31 quelli avvenuti alla luce del sole.

L'alcol e l'età avanzata restano le principali cause. In 31 eventi (44,9%) è stata accertata l'ebbrezza dei conducenti, mentre in 10 occasioni (14,5%) gli autori delle manovre sono risultati essere persone di età superiore ai 65 anni. In 2 casi, parliamo del 2,9%, il contromano è stato originato da persone affette da patologie psichiatriche, ma il fenomeno può scaturire anche dal tentativo di sottrarsi a controlli o cattura da parte delle forze di polizia. Nei primi 6 mesi del 2008, sono stati osservati in tutto 14 episodi di questo tipo (20,3%). Rilevante, anche in questo contesto, la presenza di cittadini stranieri al volante, per un totale di 16 eventi (23,2%).

Un ultimo accenno agli episodi fantasma. In tre casi è giunta segnalazione alle centrali operative di 113 e 112, ma non è stato possibile rintracciare gli autori. Forse è meglio così, vuol dire che nessuno si è fatto male.

Autore:

Tag: Attualità , incidenti , sicurezza stradale


Top