dalla Home

Curiosità

pubblicato il 19 agosto 2008

Alfa Romeo 8C 2900B è la "Best of the Show"

La sportiva del 1938 ha vinto il 58th Pebble Beach Concours d'Elegance

Alfa Romeo 8C 2900B è la "Best of the Show"
Galleria fotografica - Pebble Beach Concours d'Elegance 2008Galleria fotografica - Pebble Beach Concours d'Elegance 2008
  • 1938 Alfa Romeo 8C 2900B	   - anteprima 1
  • Jon e Mary Shirley, proprietari della Alfa Romeo 8C 2900B - anteprima 2
  • Pebble Beach Concours d\'Elegance 2008	   - anteprima 3
  • Pebble Beach Concours d\'Elegance 2008	   - anteprima 4
  • 1953 Chevrolet Corvette EX122 Prototype Roadster	   - anteprima 5
  • Pebble Beach Concours d\'Elegance 2008	   - anteprima 6

E' italiana la vincitrice del 58esimo Pebble Beach Concours d'Elegance, il più prestigioso evento di beneficenza legato al mondo dell'automobilismo che si tiene ogni anno sul leggendario green del Pebble Beach Golf Club in California. Ad essere insignita del premio "Best of the Show" è stata un'Alfa Romeo 8C 2900B del 1938 posseduta da Jon e Mary Shirley di Medina, Washington. Scelta tra ben 200 auto d'epoca provenienti da 27 Stati, la 8C 2900B è una delle più prestigiose auto sportive dell'anteguerra, molto rara perché costruita in appena 20 esemplari per la versione stradale a passo corto (2,90 m) e 11 per quella a passo lungo (3,00 m).

La 8C 2900B ha vinto perché "ha tutto", ha detto Sandra Kasky Button, presidente della giuria. "Possiede grazia, stile e le giuste proporzioni". Sotto la sua carrozzeria, che spicca per la forma slanciata ed elegante, c'è un motore a 8 cilindri in linea con doppio albero a camme in testa ed un comando a cascata di ingranaggi, una configurazione molto utilizzata dalle auto sportive degli anni '30. Si tratta di una delle pochissime tipologie di motore che, insieme al 6 cilindri in linea e al 12 cilindri a V di 60 gradi, è perfettamente bilanciata dal punto di vista delle vibrazioni e contibuisce a esaltare il valore della vettura che si potrebbe paragonare ad un'attuale Pagani Zonda, Mclaren F1 o Ferrari Enzo.

Molto apprezzate nel corso dell'evento anche altre auto d'eccezione, come la Lancia Alpha del 1908, la Packard V12 Convertible Victoria del 1934 o la Ferrari 250 GT Spyder California del 1961. Accanto, il più moderno "tris" firmato Lamborghini composto dalla Reventón, dal singolare prototipo P140 e dalla nuovissima Gallardo LP 560-4. Tra le preferite vendute all'asta c'è invece da segnalare la Bugatti Veyron 16.4 Grand Sport, che ha contribuito a portare a quota un milione di dollari l'incasso annuale della manifestazione, che dal 1950 ad oggi ha donato in beneficenza un totale di 11 milioni di dollari.

Autore:

Tag: Curiosità , Alfa Romeo , auto storiche


Top