dalla Home

Motorsport

pubblicato il 7 agosto 2008

Donkervoort D8GT: un debutto vittorioso

La supercar olandese prima e terza nella sua classe alla 24 ore di Spa

Donkervoort D8GT: un debutto vittorioso
Galleria fotografica - Donkervoort D8GT alla 24 Ore di SPAGalleria fotografica - Donkervoort D8GT alla 24 Ore di SPA
  • Donkervoort D8GT alla 24 Ore di SPA - anteprima 1
  • Donkervoort D8GT alla 24 Ore di SPA - anteprima 2
  • Donkervoort D8GT alla 24 Ore di SPA - anteprima 3
  • Donkervoort D8GT alla 24 Ore di SPA - anteprima 4

Lo sviluppo della Donkervoort D8 GT ha subito alcuni ritardi "per colpa" di Joop Donkervoort, titolare della piccola factory olandese che produce una sportivissima replica moderna della Lotus Seven. Il fondatore, persona molto attenta ai particolari ed esigente circa la qualità dei suoi prodotti (come volergliene, del resto!), ha voluto effettuare ulteriori test di verifica in ordine al raggiungimento del massimo livello possibile di "perfezione" del suo progetto della nuova D8 GT, la prima replica-coupé della storica Seven.

Le preoccupazioni hanno riguardato soprattutto il complesso carrozzeria/telaio, realizzato in fibra di carbonio ma alla fine i test di "laboratorio" hanno dato risultati molto incoraggianti: la D8 GT, con un peso di appena 650 kg, si è dimostrata, almeno sulla carta, estremamente leggera e, al contempo, robusta.

24 ORE DI INCERTEZZE
Il risultato è che le D8GT si sono presentate alla recente 24 Ore di SPA (nella categoria FIA GT4 Sport Light Series) generando nella squadra ufficiale Donkervoort sentimenti molto contrastanti, dovuti al fatto di essere presenti a questa prestigiosa quanto difficile competizione senza aver percorso un solo chilometro di test di resistenza/durata/affidabilità. La categoria, riservata ad auto di serie fino a 750 chili di peso, è quanto mai agguerrita: vi corrono KTM (X-Bow) e Lotus (2-Eleven), cui si aggiungono le blasonate avversaria del campionato Classe GT4: Aston Martin (V8 Vantage), Audi (TT), BMW (Z4), Corvette (Z06-R GT4), Ford (Mustang), Maserati (Trofeo Light), Nissan (350Z) e Porsche (Cayman).

I due esemplari presenti in gara, guidati dal francese Stéphane Wintenberger e da Denis Donkervoort avrebbero avuto l'unico scopo di fare esperienza (un obbiettivo che riguarda tutta la stagione) e di presentarsi l'anno prossimo con una maggiore competitività per misurarsi con gli avversari sullo stesso piano. Invece, il finale è stato sensazionale, ben oltre le più rosee aspettative:

FINALE ECCEZIONALE
Dopo alcuni problemi iniziali in avvio di gara, Wintenberger si è classificato primo nella classe FIA GT4 Sport Light Series (e ottavo assoluto), Donkervoort terzo, un risultato che ha premiato il grande sforzo di tutta la squadra appena alla seconda gara della stagione. I prossimi appuntamenti sono fissati per il 14 settembre (Brno, Repubblica Ceca) e 5 ottobre (Nogaro, Francia).

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Motorsport


Top