dalla Home

Attualità

pubblicato il 7 agosto 2008

Un finto suono di motore per le auto elettriche

Da Lotus l'idea per risolvere il problema della silenziosità per ciclisti e pedoni

Un finto suono di motore per le auto elettriche

Arriva da Lotus Engineering una tecnologia per sintetizzare un suono di motore da applicare alle auto ibride o elettriche che al momento rischiano di essere poco udibili e quindi difficili da notare per ciclisti e pedoni. Un problema non di poco conto, che in America ha portato l'amministrazione pubblica, sollecitata dall'associazione nazionale dei non vedenti, a prendere dei seri provvedimenti investendo risorse nella ricerca.

Lotus ha messo a punto un suono simile a quello di un motore in funzione che è stato applicato ad una Toyota Prius dimostrativa "Safe & Sound". Il sistema è basato sulla rielaborazione e sullo sviluppo di una tecnologia già studiata dal Costruttore per trovare soluzioni che riducano o l'elimino i suoni indesiderati dall'abitacolo. La Prius sperimentale adotta un rilevatore di velocità, uno strumento che valuta l'azionamento dell'acceleratore ed un sintetizzatore sonoro.

Il suono del finto propulsore è udibile soltanto nella fase di avvicinamento, quella più utile per avvertire gli altri utenti della strada, ed è programmato per scomparire quando si passa all'utilizzo del motore tradizionale presente a bordo. Il passaggio da una modalità all'altra del funzionamento ibrido produce una attivazione e disattivazione automatica del sintetizzatore sonoro, che a bordo non viene mai avvertito come aumento di rumore.

Autore:

Tag: Attualità , Lotus , auto elettrica , auto ibride


Top