dalla Home

Mercato

pubblicato il 6 agosto 2008

La resurrezione di Bertone

Piccola serie della Bat 11, nuovi uffici in America, Cina e India

La resurrezione di Bertone

Il prossimo weekend la cittadina di Troy (Michigan, USA) ospiterà l'annuale appuntamento con il Meadow Brook Concours d'Elegance. All'edizione di quest'anno ci sarà anche un partecipante d'eccezione: si tratta della Bertone Bat 11, l'ardita concept creata sulla base dell'Alfa Romeo 8C Competizione venuta alla luce lo scorso marzo e furtivamente apparsa con una cerimonia improvvisata nel centro di Ginevra proprio nei giorni del Salone, in un periodo estremamente travagliato per lo storico marchio italiano, affossato da problemi di natura finanziaria a causa della perdita delle commesse e da tremende lotte intestine tra i componenti della famiglia Bertone.

In seguito allo scorporo della divisione produzione (in gravi difficoltà) dal reparto Stile (Stile Bertone è infatti ancora "sana" dal punto di vista finanziario), uno dei marchi storici dell'automobilismo italiano sta tentando di risalire la china e, a giudicare dalle dichiarazioni di Robert Martin, responsabile per lo sviluppo di nuovi business di Stile Bertone (di proprietà della famiglia Bertone ma guidata da un nuovo management), ci sono serie intenzioni perché il nobile blasone torinese ritorni tra i protagonisti della scena del made in Italy nel mondo.

La Bat 11, suggerita dal collezionista americano Gari Keberle, già possessore di una Alfa Romeo Bat 9, storica progenitrice della Bat 11, è stata costruita con intenzioni ben più serie del semplice desiderio di soddisfare il capriccio di un cliente - ha dichiarato Roland Martin. Questa straordinaria vettura, infatti, ha voluto dimostrare che il marchio Bertone non è finito. Martin ha infatti dichiarato al Detroit Free Press che sono in corso ambiziosi progetti, tra cui l'apertura di nuovi uffici direzionali in Cina, India e America.

NUOVI PROGETTI
Il marchio Bertone del futuro certamente non sarà la stessa azienda sapientemente governata dal grande Nuccio Bertone, che le diede un connotato di grande area industriale realizzando importanti commesse per le più grandi Case automobilistiche del mondo. Si trasformerà in un atelier per progetti estremamente speciali ed esclusivi, per creazioni uniche seguendo la filosofia "custom-made".

Secondo le dichiarazioni di Martin, ci sono attualmente in corso di gestazione almeno una ventina di progetti. La prossima mossa sarà l'apertura di nuovi uffici nella Repubblica cinese, dove Bertone conta di portare a compimento alcuni ordini posti in essere da altrettanti facoltosi clienti. L'attività del marchio non sarà limitata alle auto (nei prossimi tempi prenderanno forma nuove idee ispirate agli storici modelli del passato) ma si occuperà anche di elaborare nuove idee anche nel settore nautico e aereo.

Anche la Bat 11 potrebbe avere un futuro. Bertone sta valutando la possibilità di creare una piccola serie limitata di vetture, 25-50 esemplari, conseguente all'arrivo di molti ordini. La fattiva realizzazione di uno stock è attualmente al vaglio del management.

[Via freep.com]

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Mercato


Top