dalla Home

Tuning

pubblicato il 4 agosto 2008

Edo Competition LP710/2

710 CV e trazione posteriore per una Murcielago d'eccezione

Edo Competition LP710/2
Galleria fotografica - Edo Competition LP710/2Galleria fotografica - Edo Competition LP710/2
  • Edo Competition LP710/2 - anteprima 1
  • Edo Competition LP710/2 - anteprima 2
  • Edo Competition LP710/2 - anteprima 3
  • Edo Competition LP710/2 - anteprima 4
  • Edo Competition LP710/2 - anteprima 5
  • Edo Competition LP710/2 - anteprima 6

Edo Competition, chi altri? Chi se non il tuner dell'estremo poteva mettere mano in maniera così pesante alla strepitosa Lamborghini Murcielago LP 640 e tirarne fuori una belva ancora più feroce? Quel tuning oltraggioso e dalle potenze mostruose che un tempo fu regno di Willy Koenig ora è terra di conquista per Edo Competition, l'elaboratore tedesco che dai portoni delle officine di Ahlen si premette di fare uscire questa LP710/2, versione riveduta e corretta della grande Lambo, con 710 cavalli e trazione posteriore.

I numeri della Edo Competition LP710/2 parlerebbero già da soli: motore V12 di 6,5 litri, 710 CV di potenza massima e 700 Nm di coppia, accelerazione 0-100 km/h in 3,2 secondi, 0-200 km/h sotto i 10 secondi e velocità massima oltre i 360 km/h. Eppure dietro una simile escalation di potenza e prestazioni ci sono una serie di interventi che vanno in profondità a livello meccanico, partendo da nuove testate, alberi a camme e collettori di scarico per arrivare all'utilizzo di catalizzatori sportivi a flusso migliorato, filtri aria più liberi, scarichi speciali e una centralina motore riprogrammata. Tutto l'impianto di scarico, realizzato in acciaio inossidabile, è stato riprogettato da cima a fondo e, oltre ad un aspetto più aggressivo, vanta una valvola a farfalla regolabile a distanza.

A livello aerodinamico le forme e la stabilità sono state ottimizzate (se ce ne fosse stato bisogno) con l'adozione di un grande alettone posteriore dotato di appendice regolabile. Per le alte velocità raggiungibili dalla LP710/2 sono stati montati cerchi da 19 pollici con gomme Continental V-max 225/35 ZR 19 davanti e 325/30 ZR 19 dietro.

La denominazione LP 710/2 rispecchia la nomenclatura Lamborghini di origine e indica nella prima parte la potenza massima e nella seconde le ruote motrici, in questo caso due. Edo Competition ha infatti trasformato la Murcielago integrale in una 2 ruote motrici posteriori con frizione monodisco e 40 kg di peso in meno.

La più potente di tutte le Lambo si appresta dunque a fare compagnia alle altre supercar estreme (e talvolta assurde) uscite dalle officine di Edo Competition, sempre destinate a qualche facoltoso e incontentabile amante di queste che ci piace definire "inusitate belve stradali".

Autore:

Tag: Tuning , Audi


Top