dalla Home

Attualità

pubblicato il 31 luglio 2008

Il "Piano per l'esodo estivo" è pronto

Aci e Anas affrontano l'estate 2008 così

Il "Piano per l'esodo estivo" è pronto

Anas e Aci insieme per contrastare i disagi dell'esodo estivo 2008. E' stato presentato oggi il piano che prevede la rimozione di tutti i cantieri mobili nei fine settimana e nei giorni di bollino rosso, l'impiego di 1.200 persone (tra personale e tecnici di sorveglianza) e 700 automezzi, oltre a un monitoraggio attivo 24 ore su 24.

Quest'anno, secondo i dati forniti dall'Anas, solo sulla rete autostradale a pedaggio, l'esodo coinvolgerà circa 130 milioni di autoveicoli. I giorni critici saranno, per le partenze dell'esodo, il prossimo weekend (da venerdì 1 a lunedì 4 agosto), con particolare riguardo a sabato 2 agosto, i giorni dal 7 all'11 agosto e i restanti weekend del mese. Per i rientri del controesodo attenzione al 17-23-24-25-30 e 31 agosto, nonché al primo settembre.

Per realizzare il "Piano per l'esodo estivo" l'Anas ha coinvolto, come di consueto, le Prefetture competenti, le Forze dell'Ordine (Polizia Stradale e Carabinieri), i Vigili del Fuoco, il Corpo Forestale, i Vigili Urbani, la Protezione Civile e tutte le singole Amministrazioni locali interessate. L'ACI ha invece messo a disposizione un servizio informativo sulle condizioni della viabilità, percorsi alternativi, località turistiche e meteo. Il numero verde attivo è l'803.116 e può essere utilizzato anche per la richiesta di assistenza stradale, con la disponibilità costante di 5.000 addetti e 3.500 mezzi di intervento.

Nel sito ufficiale dell'Anas, nella sezione dedicata all'esodo estivo, si può tenere sotto controllo la situazione del traffico in tempo reale e consultare il calendario dei "giorni caldi" e dei divieti di circolazione per i mezzi pesanti. A disposizione degli utenti ci sono anche alcuni strumenti per la pianificazione dei viaggi.

La partnership tra ACI e Anas non finirà questa stagione. Per il prossimo autunno già si pensa ad iniziative che riguarderanno l'educazione stradale nelle scuole e l'infomobilità.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Attualità , viaggiare


Top