dalla Home

Attualità

pubblicato il 29 luglio 2008

Tutto su "I veicoli alimentati a GPL"

Da Adiconsum una guida per saperne di più

Tutto su "I veicoli alimentati a GPL"

In un contesto in cui il costo della mobilità continua a crascere, l'Adiconsum ha pensato di pubblicare una guida su "I veicoli alimentati a GPL" per informare ogni automobilista sulla tecnologia degli impianti a GPL, la loro sicurezza ed i relativi costi e margini di risparmio. Le 27 pagine del breve manuale sono state suddivise in 8 parti, ciascuna dedicata ad un aspetto del tema.

La prima questione affrontata è la più ovvia: che cos'è il GPL. La guida spiega in modo chiaro che si tratta di una sigla, Gas di Petrolio Liquefatto, che identifica una miscela di gas (idrocarburi) prevalentemente costituita da propano e butano. Rispetto ai combustibili tradizionali il GPL ha un costo più basso perchè i suoi processi di estrazione e lavorazione sono più semplici, fattore positivo anche per l'ambiente. Anche trasporto e stoccaggio sono meno cari, grazie alla facilità con cui il GPL passa dallo stato gassoso allo stato liquido e viceversa.

I veicoli alimentati a GPL generalmente sono a benzina. Il costo della variazione a GPL è veariabile, non interrompe la garanzia del costruttore sul veicolo e l'operazione viene effettuata da un'officina specializzata, dalla casa costruttrice dell'auto o dal concessionario.Tecnicamente è possibile trasformare anche un veicolo a gasolio, ma l'elevato costo di questa operazione la rende sconveniente. Sul mercato esistono anche alcuni modelli che vengono considerati monofuel in quanto dotati di un serbatoio di piccole dimensioni a benzina, detto di emergenza, e consentono di usufruire della riduzione del 75% del bollo auto.

La terza parte della guida descrive il rapporto tra il GPL e l'ambiente, molto vantaggioso per l'automobilista non solo per la sua salute. Trattandosi di un compustibile a basso impatto ambientale, infatti, i veicoli a GPL sono esentati dai blocchi del traffico.

Di importanza "centrale" la questione GPL e sicurezza, regolamentato a livello giuridico dalla norma ECE/ONU n. 67/01. "Il GPL non aggiunge pericolosità alla vettura", si legge a chiare lettere nella guida dell'Adiconsum. Basti pensare che il serbatoio va sostituito ogni 10 anni e che "la pressione sviluppata dal GPL all'interno del serbatoio oscilla normalmente da 3 a 10 bar, entre i serbatoi sono progettati per pressione di esercizio pari a 30 bar; inoltre, in fase di omologazione, i serbatoi, sottoposti ad un test di pressione idraulica, non devono avere cedimenti strutturali prima di raggiungere la pressione di 67,5 bar". Prova di affidabilità, la possibilità di parcheggiare anche nei garage interrati.

La convenienza economica dei veicoli alimentati a GPL è illustrata nella quinta parte, dove è contenuto un esempio di risparmio tenendo conto che in questi anni il prezzo del GPL si è mantenuto a livelli mediamente inferiori alla metà di quelli della benzina e del gasolio.

Considerevoli anche gli incentivi nazionali e locali. L'incentivo nazionale per la trasformazione di autoveicoli a GPL (indipendentemente dalla data dello loro prima immatricolazione) ammonta a 350 euro per ciascun impianto installato. L'incentivo viene erogato al cliente sotto forma di sconto (da indicare in fattura) dagli operatori che effettuano l'installazione dell'impianto. Per l'anno 2008 lo stanziamento annuale a disposizione ammontava a 52 milioni di euro (i fondi si sono esauriti a maggio 2008), mentre per il 2009 saranno erogabili 102 milioni. Da notare che questo incentivo è cumulabile sia con i contributi alla rottamazione che con eventuali incentivi e contributi locali che siano a loro volta cumulabili con agevolazioni statali. Inoltre, se il veicolo produce meno di 120 gr/km di CO2, il contributo è aumentato di altri 500 euro (questo contributo è cumulabile con gli incentivi previsti per la rottamazione). Altri vantaggi sono previsti in tema di tasse automobilistiche.

La distribuzione del GPL in Italia è piuttosto buona. Le stazioni di rifornimento
presenti sia lungo la rete stradale che su quella autostradale sono oltre 2.300 e riforniscono circa un milione di veicoli. Inoltre la sua espansione è continua, perché la richiesta sta aumentando.

Siti web e telefoni utili per approfondire la propria conoscenza sull'argomento sono elencati nella pagina conclusiva della guida, il cui testo completo è scaricabile qui.

Autore:

Tag: Attualità , gpl


Top