dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 24 luglio 2008

Il decreto sicurezza diventa legge

E' pugno di ferro per la sicurezza stradale

Il decreto sicurezza diventa legge

Con 161 voti a favore, 120 contrari e 8 astenuti il Senato ha approvato la conversione definitiva in legge del decreto sulla sicurezza. Passato senza modifiche rispetto al testo della Camera, il nuovo decreto legislativo conferma l'introduzione di pene più severe per i reati contro la sicurezza e conferisce maggiori poteri alle autorità locali.

Le nuove norme, che verranno presto pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale, prevedono militari nelle metropoli ed ergastolo per chi uccide un poliziotto. Nessuno sconto a violentatori, mafiosi, pirati della strada ubriachi e trafficanti di droga. Stretta anche contro i clandestini che, se delinquono, avranno pene aggravate di un terzo. Sparisce la contestata norma blocca-processi, introdotta in prima lettura al Senato e sostituita dal governo con la più "leggera" facoltà di rinvio affidata alla discrezionalità dei magistrati.

Per l'automobilista ubriaco o drogato che causa incidenti mortali le modifiche al codice penale prevedono una pena da 3 a 10 anni, con revoca della patente e confisca dell'auto. Riguardo all'uso di stupefacenti, con la nuova legge viene reintrodotto il prelievo di 10 punti dalla patente. Da non dimenticare che l'aggravante di clandestinità è valida sia per gli extracomunitari che per i cittadini europei entrati irregolarmente in Italia.

Confermati i più ampi poteri ai sindaci, che potranno per alcune misure non rivolgersi ai prefetti, mentre la polizia di Stato dovrà coordinarsi anche con le polizie comunali e provinciali.

"Finalmente una svolta storica per la tutela e la sicurezza dei cittadini dopo l'impotenza della sinistra", ha detto il presidente dei senatori del Pdl, Maurizio Gasparri, mentre dai banchi dell'opposizione si parla "dell'ennesima operazione di facciata che in realtà è una vera e propria bugia", come ha detto Felice Casson, capogruppo del Pd in commissione Giustizia.

[ Foto 'Polizia Moderna' ]

Autore:

Tag: Attualità , sicurezza stradale


Top