dalla Home

Curiosità

pubblicato il 17 luglio 2008

Matiz festeggia i 10 anni in Italia

La piccola ex-coreana "adottata" da 300.000 italiani

Matiz festeggia i 10 anni in Italia
Galleria fotografica - Matiz PlanetGalleria fotografica - Matiz Planet
  • Matiz Planet - anteprima 1
  • Matiz Planet - anteprima 2
  • Matiz Planet - anteprima 3
  • Matiz Planet - anteprima 4
  • Matiz Planet - anteprima 5
  • Matiz Planet - anteprima 6

Quello della Chevrolet Matiz (già Daewoo) sarebbe un caso da studiare nei corsi universitari di marketing, tale e tanto è stato il successo che la city car ha riscosso nel nostro paese. Proprio dieci anni fa, nel luglio del 1998, partiva infatti la commercializzazione in Italia della Daewoo Matiz e da allora il successo di vendite è stato costante.

Il difficile compito della Matiz era quello di farsi conoscere ed apprezzare dal pubblico italiano, storicamente esperto di piccole cilindrate e cittadine in generale, nel difficile segmento A dominato da Fiat. Con 300.000 vetture vendute in un decennio la Matiz può ben considerarsi un fenomeno di mercato, essendo riuscita a ritagliarsi una propria fetta di mercato nel competitivo segmento delle piccole. Senza un eccessivo battage pubblicitario e investimenti da capogiro in campagne di lancio, la Matiz ha goduto di un successo basato sul passaparola e sulle sue doti intrinseche di compattezza, agilità, comodità ed economia di esercizio.

Basti dire che nel giugno 2008, a dieci anni dal lancio, la Chevrolet Matiz è stata con 3.262 unità l'automobile estera del segmento A più venduta in Italia e con 17.766 unità vendute nel semestre si è confermata la vettura estera 5 porte/5 posti più venduta nello stesso segmento. Fra i fattori chiave di questo successo gli stessi vertici Chevrolet citano l'allettante prezzo d'acquisto che, se si paragonano i 15 milioni di lire della Matiz 800 SE del '98 con i 7.950 dell'attuale Matiz S Smile 800, risulta praticamente invariato.

Il gradimento dimostrato dagli automobilisti nostrani e di tutto il mondo (2.400.000 unità vendute) deriva sicuramente anche dallo stile semplice e piacevole impostato dalla Italdesign nel 1992, allorquando Fabrizio e Giorgetto Giugiaro svilupparono e realizzarono per Fiat la concept Lucciola, proposta per la nuova 500 mai concretizzata dal gruppo torinese. Lo stesso fondatore dell'Italdesign ricorda così la nascita del progetto: "Volevamo realizzare un'automobile per il tempo libero destinata prevalentemente al traffico cittadino. La sfida fu quella di concentrare in una vettura dalle dimensioni molto contenute quelle che erano peculiarità delle auto dei segmenti superiori: i 5 posti a sedere, le 5 porte, il superamento dei crash test... La Lucciola venne vista da un presidente che voleva esattamente quel tipo di prodotto da lanciare sul mercato. Grazie alla determinazione ed alla convinzione di chi sposò quella scelta nacque Matiz, una city car che ha avuto un suo successo commerciale, come dimostra il decimo anniversario che viene celebrato in questi giorni".

La Matiz (parola spagnola che significa "sensazione piacevole") è quindi frutto di un attento studio delle dimensioni, delle proporzioni e dello spazio interno, con in più la grande comodità delle cinque porte, dieci anni fa assai rare in una vettura di tre metri e mezzo. La seconda e terza generazione della Matiz, datate 2001 e 2005 sembrano non aver intaccato l'apprezzamento dei clienti italiani, che rispondono positivamente all'introduzione del 4 cilindri di 1.000 cc che si affianca all'iniziale tre cilindri di 800 cc. La terza serie, presentata in anteprima al Salone di Barcellona, arriva nel 2007 e offre in più la Eco Logic a doppia alimentazione benzina/GPL, utile argomento di vendita in tempo di blocchi del traffico e petrolio alle stelle.

Autore:

Tag: Curiosità , Chevrolet


Top