dalla Home

Novità

pubblicato il 16 luglio 2008

BMW Serie 3 restyling

La media tedesca si rinnova nell'estetica e nella tecnologia

BMW Serie 3 restyling
Galleria fotografica - BMW Serie 3 restylingGalleria fotografica - BMW Serie 3 restyling
  • BMW Serie 3 restyling - anteprima 1
  • BMW Serie 3 restyling - anteprima 2
  • BMW Serie 3 restyling - anteprima 3
  • BMW Serie 3 restyling - anteprima 4
  • BMW Serie 3 restyling - anteprima 5
  • BMW Serie 3 restyling - anteprima 6

E' forse una delle vetture-simbolo di BMW, e uno dei modelli portanti dell'intera produzione bavarese ormai da cinque generazioni: ora è giunto il momento anche per la Serie 3, nelle versioni berlina 4 porte e Touring, di un face-lift di mezza età, affinando alcuni particolari estetici, ergonomici ed introducendo nuove tecnologie.

DESIGN: SI RIFA' GLI OCCHI E LA CODA
Il linguaggio formale delle più recenti BMW si sta gradualmente trasformando in qualcosa di differente: le ormai famose "flaming surfaces" teorizzate da Chris Bangle stanno assumendo sfaccettature più varie, con l'intento di ammorbidire le forme e di dare maggior slancio e continuità alla carrozzeria. Nella rinnovata Serie 3 questo si vede, ad esempio, nel cofano con le nuove nervature centrali, già viste in altre BMW, e nel nuovo scudo anteriore, nel quale il "doppio rene" è inserito in una sorta di scudo comprendente la targa, e dove alcune fluide muscolature scendono dal parafango anteriore lungo il profilo inferiore dei fari, fino alla presa d'aria inferiore al centro, con due ulteriori "baffi" laterali comprendenti i fendinebbia circolari all'estremità: l'insieme ne guadagna in morbidezza, sia pure in un contesto piuttosto articolato.
Dove però la vettura cambia in modo più radicale è nella realizzazione della coda, fin dall'inizio considerata "poco BMW" (se vogliamo, anche dalla Casa stessa, che ora definisce le nuove luci posteriori "dal disegno nuovo e tipico del marchio"). Ora il cofano baule è caratterizzato da una combinazione di diverse linee ad arco, con un accenno di spoiler alla sommità, e soprattutto con la definizione di gruppi ottici sempre a sviluppo orizzontale, ma dalla forma più rastremata "a L", con un accenno di "scalino" solo nel profilo superiore. Non mancano gli onnipresenti effetti di illuminazione 3D a led, che fungono ormai da simbolo di modernità e innovazione in tutte le vetture recenti, premium e non. Cambiano, ovviamente, anche gli scudi paraurti posteriori (vicini, per certi aspetti, a quelli della Serie 5) e altri dettagli, come il longherone sottoporta. Variazioni analoghe anche per la Touring, con la riproposizione del medesimo disegno di coda della berlina, sia pur nel contesto "verticale" della linea a due volumi.

INTERNI: MATERIALI E TINTE INEDITE
BMW mantiene l'ormai consueto profilo "a onda" della plancia, tendenzialmente a sviluppo orizzontale, sia pur con un imponente tunnel centrale un poco orientato verso il guidatore; a cambiare rispetto alla versione precedente sono soprattutto alcuni comandi, come gli alzacristalli elettrici dal lato guidatore diversamente disposti, e nuove soluzioni portaoggetti che garantiscono maggiore capienza. Un altro elemento oggetto di modifiche è il comando BMW iDrive, che controlla i diversi sistemi di navigazione e infotainment disponibili come oprional: oltre ai movimenti di rotazione, pressione e inclinazione del controller, ci sono anche tasti di selezione diretta per funzioni ricorrenti, che possono essere azionati senza distogliere lo sguardo dalla guida, e tasti a programmazione libera. Il top viene raggiunto con il nuovo sistema di navigazione Professional, che presenta nuove funzionalità nella definizione di destinazione, pianificazione del viaggio e rappresentazione cartografica, soprattutto grazie al caricamento on-line attraverso il sistema BMW ConnectedDrive, che consente una connessione continua del sistema alla rete internet. Tra le altre novità, si segnalano le nuove colorazioni interne, e l'impiego di nuovi materiali di rivestimento.

MOTORI: NUOVO 330d, EFFICIENT DYNAMICS E XDRIVE
In una BMW, tuttavia, è l'aspetto tecnico ad essere oggetto di maggior interesse, e anche in questo caso le novità non mancano di certo. Per cominciare, debutta nella BMW 330d il nuovo motore diesel 6 cilindri in linea: dotato di basamento in alluminio, iniezione diretta Common-Rail di terza generazione con iniettori piezoelettrici e pressione massima di 1.800 bar, e di turbocompressore a geometria variabile, può raggiungere i 245 CV di potenza massima, con un valore di coppia massima di 520 Nm. Il filtro anti-particolato e il catalizzatore ad ossidazione sono di serie, garantendo valori in linea con le norme antinquinamento Euro5, ed è disponibile in opzione la tecnologia BMW BluePerformance con catalizzatore in grado di immagazzinare gli ossidi di azoto, con livelli di emissioni addirittura conformi alle future norme antinquinamento Euro 6, che entreranno in vigore nel 2014. Per tutte le motorizzazioni è previsto l'impiego della tecnologia BMW EfficientDynamics, comprendente il recupero dell'energia di frenata adattato al singolo modello, la funzione Auto Start/Stop, l'indicatore del momento migliore per effettuare la cambiata, il controllo dei gruppi secondari in funzione del fabbisogno energetico e l'aerodinamica attiva mediante il controllo delle alette di raffreddamento.
Sono quindi previsti il cambio automatico a 6 rapporti, con ottimizzazione della cambiata e riduzione dello slittamento del convertitore di coppia, disponibile in opzione anche sulla BMW 318d, mentre debuttano i anteprima sulle versioni BMW 335i Coupé e BMW 335i Cabrio (che per la verità non sono direttamente oggetto del restyling) il cambio semi-automatico sportmatic per vetture ad alte prestazioni, a 7 rapporti e doppia frizione. Infine, la trazione integrale xDrive (arricchita con una funzione supplementare del DSC che, mediante intervento sui freni e sulla compensazione della coppia, migliora la stabilità in curva) è disponibile su cinque varianti di BMW Serie 3 berlina e Touring, ed è al debutto sulla 4 cilindri 320xd.


Varietà di motorizzazioni: cinque motori a benzina e cinque diesel, da 143 a 306 CV. La Bmw Serie 3 restyling prevede, come di consueto, un'ampia gamma di motori, che si pongono ai vertici delle rispettive categorie in termini di tecnologia, prestazioni e consumi. Per ciò che riguarda i motori a benzina, ci sono tre 6 cilindri in linea, con al top della gamma il 2.979 cc della 335i Twin Turbo a iniezione diretta di carburante "High Precision Injection" (306 CV, 400 Nm, 250 km/h, consumo medio 9,1 litri/100 km), e quindi a seguire i due propulsori da 2.996 cc della 330i (272 CV, 320 Nm, 250 km/h, consumo medio 7,2 litri/100 km) e della 325i (218 CV, 270 Nm, 250 km/h, consumo medio 7,1 litri/100 km). Due sono invece i motori a 4 cilindri e iniezione diretta di benzina, con cilindrata di 1.995 cc, che equipaggiano rispettivamente la 320i (170 CV, 210 Nm, 228 km/h, consumo medio 6,1 litri/100 km) e la 318i (143 CV, 190 Nm, 210 km/h, consumo medio 5,9 litri/100 km). In modo quasi parallelo, vengono proposti altrettanti motori a gasolio, tutti a iniezione diretta common-rail di terza generazione e con turbocompressore a geometria variabile; anche in questo caso i sei cilindri in linea sono tre, con cilindrata di 2.993 cc, per i modelli 335d (variable Twin Turbo, 286 CV, 580 Nm, 250 km/h, consumo medio 6,7 litri/100 km), 330d (245 CV, 520 Nm, 250 km/h, consumo medio 5,7 litri/100 km) e 325d (197 CV, 400 Nm, 235 km/h, consumo medio 5,7 litri/100 km). Due i quattro cilindri da 1.995 cc, che equipaggiano la 320d (177 CV, 350 Nm, 230 km/h, consumo medio 4,8 litri/100 km) e la 318d (143 CV, 300 Nm, 210 km/h, consumo medio 4,7 litri/100 km). I dati si riferiscono alla Serie 3 con carrozzeria berlina; la Touring consuma mediamente qualcosa in più, a fronte di prestazioni lievemente inferiori.

DOTAZIONI: MASSIMA PERSONALIZZAZIONE
Come in ogni BMW, le possibilità di personalizzazione della nuova Serie 3 sono davvero moltissime, e praticamente impossibili da elencare anche solo sommariamente. Segnaliamo, ad esempio, i 12 colori della carrozzeria (tra i quali i nuovi metallizzati Spacegrau, Bluewater e Tasman), i 9 cerchi in lega di cui 6 inediti, gli 11 colori interni, che comprendono i nuovi Oyster, Sattelbraun e Rotbraun e la pelle Dakota, nonché le modanature colorate in tinta Diamantschwarz e Spacegrau, o con finiture alluminio spazzolato e legno di noce a struttura orizzontale.
Dal punto di vista della sicurezza, oltre alla scocca a deformazione programmata con acciai ad alta resistenza, sono previsti sei airbag, cinture automatiche a tre punti e poggiatesta per tutti i posti a sedere, e i nuovi poggiatesta attivi, di serie nei sedili anteriori, che riducono il rischio di lesione in caso di urto posteriore. Tra le dotazioni a richiesta per la guida, c'è ad esempio l'Adaptive Light Control in combinazione con i proiettori bixeno, con illuminazione che segue l'andamento della curva, oppure il Servotronic di serie, uno sterzo elettromeccanico che varia la servoassistenza in funzione della velocità, abbinabile a richiesta al sistema Active Steering, in grado di variare anche la riduzione dello sterzo. Ulteriori informazioni in merito ad allestimenti, dotazioni e prezzi saranno disponibili in occasione del lancio della nuova serie 3 sul mercato, a partire dal prossimo settembre.

PREZZI
Il listino della BMW Serie 3 restyling parte, per la berlina, dai 30.770 euro della 318i Eletta e, sempre per le motorizzazioni alimentate a benzina, arriva fino ai 51.220 della 335Xi in allestimento MSport. Per quel che riguarda la Serie 3 berlina con propulsioni a gasolio, si parte dalla 318d Eletta, offerta a 33.420 euro, per arrivare ai 51.820 euro della 335d MSport.

Per quel che concerne la carrozzeria familiare, invece, la 318i Touring è offerta a 31.195 euro, mentre la 335Xi Touring arriva fino al tetto dei 51.645. Parlando di diesel invece, la 318d Touring parte da 33.420 euro, mentre la 335d Touring MSport è in listino a 52.245 euro.

Scegli Versione

Autore: Sergio Chierici

Tag: Novità , Bmw


Top