dalla Home

Mercato

pubblicato il 11 luglio 2008

500 Mini Cooper elettriche per la California

Prove generali per l'ingresso di BMW nel mercato delle elettriche

500 Mini Cooper elettriche per la California

A quanto pare BMW intende sondare bene il mercato prima di lanciarsi nel mondo delle auto elettriche; per farlo ha appena annunciato che nei prossimi mesi prenderà il via il programma di sperimentazione "Number ONE" (nome innegabilmente impegnativo) che prevede numerosi test su veicoli elettrici per meglio definire il futuro della mobilità in casa BMW.

Per fare questo il Costruttore bavarese ha deciso di creare alcune centinaia - probabilmente 500 - di Mini Cooper elettriche, assemblate negli stabilimenti inglesi di Oxford prive di motore, cambio e serbatoio e spedite a Monaco di Baviera per essere trasformate per l'alimentazione elettrica.

Questa prima serie di vetture sperimentali servirà a BMW per capire esattamente le problematiche, i vantaggi, gli svantaggi e le soluzioni da adottare su veicoli dotati di sola trazione elettrica da produrre in serie; sarà insomma un test iniziale per cercare di combinare al meglio il piacere di guida e l'efficienza di un'auto con emissioni praticamente pari a zero.

Nell'arco di 12-18 mesi un gruppo selezionato di 490 clienti californiani utilizzeranno le Mini Cooper elettriche date loro in affitto, per affinarne i dettagli e migliorare la tecnologia applicata, mentre altre 10 Mini saranno utilizzate a scopi promozionali.

Lo stato americano della California non è stato certamente scelto a caso, visto che le linee guida emesse dal "Golden State" in tema di emissioni nocive, prevedono che ogni produttore offra veicoli a emissioni zero, come appunto le Mini a batteria. Un annuncio ufficiale sui primi esiti della sperimentazione e sul futuro produttivo della Mini Cooper elettrica è previsto per la fine del 2008.

Autore:

Tag: Mercato , Mini , auto elettrica , produzione


Top