dalla Home

Tuning

pubblicato il 8 luglio 2008

Salica GT

Scontenti della vostra Noble? Tranquilli, c'è Salica!

Salica GT
Galleria fotografica - Salica GTGalleria fotografica - Salica GT
  • Salica GT - anteprima 1
  • Salica GT - anteprima 2
  • Salica GT - anteprima 3
  • Salica GT - anteprima 4
  • Salica GT - anteprima 5
  • Salica GT - anteprima 6

Lo slogan è quanto mai azzeccato: "Closer to the edge", ovvero più vicina al limite. Effettivamente non esiste filosofia più estrema di quella di rendere ancora più eccitante e orientata alla pista un'auto già di per sé alquanto inadatta alla strada. Secondo i boss di Uk Garage, l'unica azienda italiana che si occupa di questa categoria di automobili, "è una delle più emozionanti in assoluto". Con un siffatto biglietto da visita viene dunque da chiedersi cosa possa spingere a infondere nelle già grandiose vetture del marchio Noble ancora più verve.

Chiamatela follia, chiamatelo passo decisivo verso il concetto di "vettura definitiva"; il punto d'arrivo è comunque un'auto che il suo creatore, Steve Rubie-Todd, non esita a definire ancora migliore dell'originale. Si chiama Salica GT ed è una versione ulteriormente migliorata della coupé creata da Lee Noble, studiata per gli invasati che sono riusciti a spremere la loro Noble fino all'ultima goccia e hanno, come fosse una droga, un'estrema necessità di nuove sensazioni.

DESIGN
Quando si dice che la funzione accompagna la matita del designer. La Salica GT non ha nessun debito con qualche scelta di Marketing. E' stata concepita, anche nelle forme, per la massima efficienza aerodinamica. Compatta, con il muso minuto e la coda vasta e possente per ospitare gli organi meccanici. Si potrebbe obiettare, in quei doppi fari posteriori, che pare il brutto anatroccolo della Ferrari F430 ma in fondo, nel guardarla non deve emozionare tanto il design (che vuole senza dubbio la sua parte) quanto la consapevolezza delle emozioni che restituisce al volante.

SCELTE DIFFICILI
Due le configurazioni possibili: V6 3.5 da 400 CV o versione con due turbocompressori da 500 CV, carrozzeria in materiale plastico e/o in fibra di carboni. La Salica GT cars prende a ceffoni qualsiasi tipo di compromesso ma sa anche offrire una certa praticità: è una barchetta bi posto ma all'occorrenza si può montare un hard top rigido che la rende coupé, esattamente come nel caso della mitica Ferrari F50, con la differenza che nel caso della rossa, il tetto rigido non trovava spazio in nessun vano all'uopo. Sulla Salica, questo si alloggia comodamente sotto il cofano motore. Il peso complessivo della vettura dichiarato dal costruttore mette i brividi: 1.025 kg. Ovviamente la trasmissione consiste in trazione posteriore abbinata a un cambio Graziano a 6 marce.

ACCESSORI
Si può montare una trasmissione semiautomatica con leve al volante e, per chi sapesse di non riuscire a contare al 100% sulla propria esperienza, anche ABS e Traction Control.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Tuning , tuning


Top