dalla Home

Curiosità

pubblicato il 1 luglio 2008

Roush Horse Trainer

Quando i cavalli non sono… vapore

Roush Horse Trainer
Galleria fotografica - Roush Horse TrainerGalleria fotografica - Roush Horse Trainer
  • Roush Horse Trainer - anteprima 1
  • Roush Horse Trainer - anteprima 2
  • Roush Horse Trainer - anteprima 3
  • Roush Horse Trainer - anteprima 4
  • Roush Horse Trainer - anteprima 5
  • Roush Horse Trainer - anteprima 6

Che i "cavalli" fossero il business preferito dell'americana Roush Performance si sapeva già, dal momento che il preparatore d'oltreoceano è da sempre associato alla Ford Mustang per cui propone una serie infinita di elaborazioni speciali. Ma che prima o poi si cimentasse con i cavalli veri, nel senso zoologico di Equus caballus, francamente non ce lo saremmo mai aspettati.

La factory del Michigan ha infatti sviluppato per conto della turca Kurt Systems, una azienda specializzata in tecniche di allevamento per cavalli e cammelli (!) qualcosa di veramente speciale: il Roush Horse Trainer, un veicolo che serve a monitorare le funzioni vitali e quindi lo stato di saluto di cavalli lanciati in corsa fino ad una velocità di 60 km/h.

In questo veicolo il quadrupede viene imbrigliato al centro di quello che può sembrare uno stallo di partenza, mentre la cabina ospita fino a tre persone che possono seguire il cavallo da corsa al passo, al trotto o lanciato al galoppo, monitorando attraverso dei sensori il cuore, la pressione e l'ossigenazione dell'animale. In questo modo si possono allenare con maggiore cura gli equini di razza, avendo un quadro preciso delle performance.

L'Horse Trainer, oltre a seguire il cavallo, viene spinto da un motore diesel Volvo da 2.4 litri, accoppiato ad un cambio automatico, mentre il resto della telaistica è stato preso in prestito dal truck Ford F-150, che per l'appunto è un altro dei cavalli di battaglia della Roush.

Autore:

Tag: Curiosità , Ford


Top