dalla Home

Curiosità

pubblicato il 28 giugno 2008

Porsche AG: da 70 anni a Zuffenhausen

Il 26 giugno è un importante ricorrenza nella storia Porsche

Porsche AG: da 70 anni a Zuffenhausen
Galleria fotografica - Porsche AG: da 70 anni a ZuffenhausenGalleria fotografica - Porsche AG: da 70 anni a Zuffenhausen
  • Porsche AG: da 70 anni a Zuffenhausen - anteprima 1
  • Porsche AG: da 70 anni a Zuffenhausen - anteprima 2
  • Porsche AG: da 70 anni a Zuffenhausen - anteprima 3
  • Porsche AG: da 70 anni a Zuffenhausen - anteprima 4
  • Porsche AG: da 70 anni a Zuffenhausen - anteprima 5
  • Porsche AG: da 70 anni a Zuffenhausen - anteprima 6

Il 26 giugno 1938 la società Dr- Ing. H.c. F. Porsche si spostava da Kronenstrasse 24 nel centro di Stoccarda nel nuovo sito produttivo di Zuffenhausen sfruttando un terreno che, già nel maggio dell'anno prima, Ferry Porsche aveva acquistato in quell'area in Spitalwaldstrasse 2.

Dopo la produzione dei primi prototipi ancora nell'officina nel centro di Stoccarda, fu qui che prese vita la serie pilota di quella che sarebbe stata battezzata, nel '38, come Volkswagen Maggiolino. Le carrozzerie, prodotte presso la Reutter, venivano assemblate al telaio e quindi sottoposte a test esaustivi. Di ulteriore valore storico è la produzione, nel 1939, di tre esemplari della Type 64, create per la massacrante gara di durata Liegi-Roma-Liegi e considerate come il modello capostipite di tutta la produzione Porsche.

Dopo la parentesi di Gmund, nel 1950, ancora nel pieno della ricostruzione post-bellica, lentamente gli impianti di Zuffenhausen iniziano la produzione di auto da corsa. Questo stabilimento ricomincerà a lavorare nuovamente a pieno ritmo dal 1955, anno in cui gli americani danno il pieno assenso alla ripresa dell'attività, fino a quel momento concentrata esclusivamente presso gli stabilimenti Reutter (dove avveniva la produzione delle 356).
Il primo ampliamento della fabbrica avviene nel 1952 su progetto dell'architetto Rolf Gutbrod e seguito da un secondo nel 1960 dove trovano posto, tra gli altri, il dipartimento vendite e customer service. Nel 1964, come diretta conseguenza della presentazione della nuova Porsche 911, l'azienda acquisisce la carrozzeria Reutter e i suoi 1.000 dipendenti.

Oggi tutta la linea di produzione della 911 si trova a Zuffenhausen: qui sono dislocati i reparti Carrozzeria, Assemblaggio, produzione degli interni, assemblaggio motori e test. La produzione gode di un elevato livello di flessibilità grazie all'utilizzo di soluzioni speciali, tra cui la sovrapposizione di alcuni livelli di produzione oltre al fatto che auto da corsa e auto di serie vengono costruite insieme. Vicino alla fabbrica, sta attualmente nascendo un nuovo museo con un'area totale di 24.000 metri quadri, di cui 5.600 dedicati all'esposizione di circa 80 vetture. Al di là dei suoi contenuti, il progetto architettonico del museo stesso si annuncia come una delle creazioni più straordinarie dal punto di vista tecnico ed estetico.

Porsche, come noto, possiede due sedi distaccate: il Centro Ricerca e Sviluppo di Weissach e lo stabilimento di Lipsia, inaugurato nel 2002 e dove sono nate oltre 200.000 Cayenne. Qui, nel 2009, nascerà la Porsche Panamera.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Curiosità , Porsche , produzione


Top