dalla Home

Tecnica

pubblicato il 27 giugno 2008

Audi: nuovo motore V6 3.0 TFSI

Compressore Roots, iniezione diretta di benzina, 290 CV, 420 Nm, alta efficienza

Audi: nuovo motore V6 3.0 TFSI

Il rinnovamento dei motori della Casa di Ingolstadt in chiave di elevatissima efficienza (bassi consumi ed emissioni ridotte) ha il suo nuovo capitolo in un innovativo 6 cilindri a V di 3 litri di cilindrata che sfrutta il meglio della tecnologia di Audi: compressore meccanico, iniezione diretta della benzina.

LA SOVRALIMENTAZIONE DEI QUATTRO ANELLI
La passione Audi per la sovralimentazione è nota: già negli Anni 30, le mostruose monoposto Auto Union verniciate in Argento esibivano motori a 12 e 16 cilindri con doppia sovralimentazione (all'epoca si utilizzava il compressore volumetrico; il turbocompressore è conquista più recente, entrato di prepotenza nella sua logica produttiva a partire dagli Anni 70) con una potenza anche fino a 600 Cv.
Nel nuovo millennio Audi ha saputo dare nuova linfa al settore della sovralimentazione, prima con il 4 cilindri Turbodiesel iniettore-pompa caratterizzato da elevati livelli di potenza e bassi consumi, quindi con il superbo 2 litri TFSI (un propulsore straordinario pluripremiato) a iniezione diretta e turbo a geometria variabile, che dai 200 CV della versione base è attualmente giunto a erogare 272 CV sull'Audi TTS.

LA NOVITA': UN 3 LITRI DA 290 CV
Con il nuovo motore 6 cilindri 3.000, Audi ritorna alla sovralimentazione mediante compressore meccanico, un dispositivo che sfrutta l'energia fornita da una cinghia collegata con l'albero a gomiti in luogo di quella fornita dai gas di scarico. Alesaggio e corsa misurano rispettivamente 84 x 89 mm, per una cilindrata totale di 2.995 cc. Il rapporto di compressione è di 10,5: 1. La distribuzione si avvale di due alberi a camme in testa con quattro valvole per ogni cilindro e fasatura variabile lato aspirazione. L'alimentazione avviene tramite uno schema common-rail costituito da 6 iniettori che sparano il carburante direttamente nella camera di scoppio con pressioni di funzionamento fino a 150 bar. Grazie all'utilizzo di materiali leggeri, il motore pesa 189 kg.

Il compressore Roots, molto compatto, trova posto comodamente tra i cilindri, all'interno della V di 90°. Costituito internamente da due lobi in grado di ruotare fino a 23.000 giri/minuto ha una portata d'aria fino a 1.000 chili e una pressione massima di sovralimentazione pari a 0,8 bar. E' abbinato a due scambiatori di calore aria-acqua che utilizzano un circuito di raffreddamento dedicato. Grazie alle sue caratteristiche, è in grado di fornire potenza già a regimi molto contenuti: infatti, il picco di coppia massima di 420 Nm è raggiunto già a 2.500 giri e si mantiene costante fino a 4.850. Inoltre il compressore ha il vantaggio di rispondere in maniera pronta ai comandi del gas, annullando il caratteristico "turbo-lag" il tipico ritardo di risposta dei motori dotati di turbocompressore. Il V6 3000 TFSI Audi, con un picco di potenza massima di 290 cavalli garantisce, secondo il Costruttore, un potenziale consumo inferiore ai 10 litri per 100 chilometri su tutti i modelli Audi in cui sarà installato. E' inoltre già conforme ai dettami della normativa Euro5 sulle emissioni.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Tecnica , Audi


Top