dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 16 giugno 2008

Honda: la FCX a fuel cell va in produzione

Aperta la prima fabbrica al mondo che assembla veicoli a ideogeno

Honda: la FCX a fuel cell va in produzione
Galleria fotografica - Honda: la FCX a fuel cell va in produzioneGalleria fotografica - Honda: la FCX a fuel cell va in produzione
  • Honda: la FCX a fuel cell va in produzione - anteprima 1
  • Honda: la FCX a fuel cell va in produzione - anteprima 2
  • Honda: la FCX a fuel cell va in produzione - anteprima 3
  • Honda: la FCX a fuel cell va in produzione - anteprima 4
  • Honda: la FCX a fuel cell va in produzione - anteprima 5
  • Honda: la FCX a fuel cell va in produzione - anteprima 6

Sono passati dieci anni da quando per la prima volta i vertici di Honda presentarono al mondo la FCX-V1, un prototipo di auto idrogeno sul quale i tecnici hanno iniziato a lavorare 19 anni fa . Il 16 giugno 2008 resterà per la casa giapponese una "data epocale": oggi, infatti, a Tochigi è stata aperta la prima fabbrica al mondo completamente dedicata alle auto a fuel cell, uno stabilimento rivoluzionario che apre le porte alla commercializzazione su larga scala delle auto a emissioni zero. Già perché qui non parliamo più concept ma di produzione in serie, sia pur in numeri ridotti.

Si parla di dodici vetture entro l'anno e di circa 200 nei prossimi tre. Dalle linee di assemblaggio dell' "Honda New Automobile Model" uscirà la FCX Clarity, una berlina destinata al mercato americano e nipponico che sarà disponibile attraverso un leasing di tre anni. Per espandere l'impianto di Tochigi è stata resa operativa una nuova linea di assemblaggio dove vengono istallati i serbatoi a idrogeno e le fuel cell: si tratta di un passo fondamentale verso la produzione su vasta scala delle auto a idrogeno.

Una storia quella della FCX che parte nel 1999 con la presentazione del primo prototipo e prosegue con il "V3" nel 2000, vettura dotata di serbatoi ad alta pressione. Nel 2001 a Sacramento in California partono i primi test di strada e nel centro ricerche americano cominciano gli esperimenti sulla produzione e il rifornimento di idrogeno. Sempre nel 2001 a Settembre arriva l'ultima evoluzione, la FCX-4, che pochi mesi dopo riceverà la certificazione commerciale da parte del ministero dei trasporti giapponese e poi da parte dell'agenzia americana per l'ambiente e dal Calfornia Air Board Resources.

Nel 2003,dopo altri test postivi, viene messo a punto il nuovo sistema di cella a combustibile in grado di funzionare anche a -20 gradi. Nel 2004 in Giappone la FCX viene sottoposta a dure prove sull'isola di Yakushima, dove l'idrogeno viene ricavato dalla centrale idroelettrica e quindi con un ciclo di emissioni pari a zero. A giugno 2005 una famiglia californiana con evidenti origini italiane, gli Spallino, acquista in leasing per due anni una FCX alimentata a idrogeno e diventa il primo cliente privato della stazione di rifornimento di idrogeno della California. L'anno dopo arriva l'ultimo aggiornamento della FCX con un nuovo gruppo di celle a combustibile con flusso verticale. Il resto è cronaca e segna l'inizio di un capitolo tutto nuovo nella corsa verso l'auto pulita.



[ Via H2Roma.org ]

Autore: Stefano Desideri

Tag: Anticipazioni , Honda , idrogeno , mobilità sostenibile , produzione


Top