dalla Home

Curiosità

pubblicato il 16 giugno 2008

In Giappone le vibrazioni dei viadotti generano energia

Si tratta di una piccola fonte, rinnovabile e reperibile

In Giappone le vibrazioni dei viadotti generano energia

In Giappone sul ponte "Goshiki-Zakura-Ohashi" (fiume Arakawa) una serie di piccoli generatori trasformano le micro-vibrazioni generate dal passaggio dei veicoli in energia che serve ad alimentare l'illuminazione notturna. Ora la Metropolitan Expressway Co., società che cura la costruzione e la manutenzione dei viadotti nell'area metropolitana di Tokyo, ha annunciato di voler installare sui ponti della Shuto Expressway un nuovo grande sistema di generazione di energia elettrica ottenuta appunto dalle vibrazioni.

L'impianto sfrutta lo stesso principio che permette il funzionamento delle casse acustiche, invertendolo: così come la membrana di un altoparlante riceve energia elettrica per muoversi e creare vibrazioni sonore, allo stesso modo i generatori installati sul viadotto captano le vibrazioni prodotte dalle auto in transito per generare energia elettrica.

Si tratta certo di una fonte energetica rinnovabile e che andrebbe comunque sprecata. L'idea sembra basarsi su calcoli di efficienza e convenienza economica, almeno sul lungo periodo, visto che gli impianti di generazione di "vibro-energia" verranno installati all'intero territorio metropolitano della capitale nipponica. Anche questi piccoli accorgimenti, uniti allo sfruttamento dell'energia solare ed eolica, possono contribuire a rendere più sicure le strade con segnaletica illuminata, lampeggiante o con illuminazione dei tratti stradali più pericolosi.

Autore:

Tag: Curiosità , dall'estero


Top