dalla Home

Mercato

pubblicato il 11 giugno 2008

PSA e Mitsubishi assieme in Russia

Posata la prima pietra dello stabilimento PSA-Mitsubishi di Kaluga

PSA e Mitsubishi assieme in Russia

Il gruppo francese PSA e i giapponesi di Mitsubishi hanno ufficialmente celebrato la simbolica posa della prima pietra per la costruzione dello stabilimento produttivo di Kaluga, in Russia.
L'impianto di proprietà dei due colossi dell'auto, con un investimento iniziale di 470 milioni di dollari, è situato 180 km a sud-ovest di Mosca, occupa una superficie di 200 ettari ed è destinato a produrre 160.000 veicoli Peugeot, Citroen e Mitsubishi a partire dal 2011. Dalla fabbrica di Kaluga usciranno sia vetture del segmento C, le future sostitute di Peugeot 308 e Citroen C4 (per circa 110.000 pezzi), sia SUV e Crossover compatti sulla falsariga degli attuali Citroën C-Crosser, Peugeot 4007 e Mitsubishi Outlander (50.000 veicoli).

Alla presenza di Roland Vardanega, membro del comitato direttivo e Vice Presidente esecutivo di PSA Peugeot Citroën e di Osamu Masuko, Presidente della Mitsubishi Motors Corporation hanno dato il via alla costruzione della fabbrica che rifornirà il mercato russo dell'auto, il tutto in presenza del Governatore della regione di Kaluga, Mr Anatoli Artamonov.

L'impianto di Kulga sarà al 70% di proprietà della PSA Peugeot Citroën e al 30% della Mitsubishi Motors Corporation e potrà arrivare a produrre fino a 300.000 vetture per il mercato interno, impiegando circa 3.000 dipendenti.

Didier Aleton di PSA Peugeot Citroën è stato posto a capo della nuova joint venture, di cui sovrintenderà gli aspetti di gestione operativa. Nel corso della cerimonia Vardanega ha dichiarato: "questo è il punto di partenza di uno straordinario progetto produttivo a lungo termine su di un mercato molto promettente, derivato da un accordo che prevede il mutuo scambio di processi per migliorare l'efficienza comune". Dal canto suo, Masuko ha detto che "questo progetto è il frutto di anni di intensi colloqui e porterà ad uno scambio tecnico sempre più approfondito e ricco di opportunità per i due gruppi automobilistici".

Autore:

Tag: Mercato , Citroen


Top