dalla Home

Mercato

pubblicato il 9 giugno 2008

Maggio negativo per il Gruppo BMW in Italia

Rispetto al 2007, BMW perde il 14,8% e MINI il 19,96%

Maggio negativo per il Gruppo BMW in Italia

La crisi del mercato automobilistico italiano non ha risparmiato neanche il Gruppo BMW. Nel mese di maggio il marchio tedesco ha registrato una flessione del 14,8% rispetto al 2007, con 6.224 unità immatricolate, mentre MINI, con 1.680 unità, è sceso del 19,96%.

Nei primi cinque mesi del 2008, in un mercato in forte contrazione anche nel segmento premium, il Gruppo BMW ha segnato in Italia una leggera crescita (+0,24%), immatricolando 42.174 unità dei marchi BMW e MINI rispetto alle 42.072 del 2007. Da segnalare che MINI nei primi 5 mesi ha fatto registrare un incremento nel nostro paese del 22,1% grazie alle performance della motorizzazione diesel e della MINI Clubman.

GLI ALTRI MERCATI
Le vendite del Gruppo BMW a livello globale sono cresciute a maggio del 3,9%, con 133.496 vetture BMW, MINI e Rolls-Royce consegnate. Per i primi cinque mesi dell'anno, le vendite sono aumentate del 6,7%, raggiungendo un totale di 618.731 unità. Questa è la prima volta nella storia della società che più di 600 mila veicoli sono stati venduti entro la fine di maggio.
In Europa sono stati venduti nel mese in esame 78.645 veicoli (+4,4%). In quest'area i grandi e consolidati mercati dell'Europa occidentale hanno inciso per la quota maggiore, con 74.330 unità (+3,7%). Forti tassi di crescita hanno continuato ad essere registrati nei mercati emergenti dell'Europa orientale: +21,3% con 3.677 veicoli venduti.
Anche i mercati americani hanno visto una crescita del 3,7%, mentre in Canada ha fatto registrare una crescita del 6,1%. In Asia sono stati venduti il 6,9% di veicoli in più, grazie soprattutto al positivo trend del mercato più grande del continente (Cina - compresi Hong Kong e Taiwan), dove il Gruppo è aumentato del 15,9%. Male invece l'andamento in Giappone, secondo mercato asiatico, dove ha venduto appena 3.723 unità (-19,3%).

LE PIU' VENDUTE
Per il marchio BMW le consegne nel mese di maggio sono aumentate del 2% a 110.704 automobili. Da gennaio 2008 sono state vendute 515.989 unità, pari ad un incremento del 4,4% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Ancora una volta, la spinta maggiore alla crescita è da attribuire alla Serie 1, che nel mese scorso hanno fatto registrare vendite per 22.090 unità (+102,1%); ai modelli touring della Serie 5, con 4.505 unità (+9,7%), ed alla X5, con 10.275 unità (+2,9%). Ottima partenza per BMW X6, disponibile sul mercato statunitense fin dalla fine di aprile e presto anche in Europa per poi arrivare in Giappone e Cina. Nelle ultime cinque settimane, ne sono state già vendute 2.652 unità, e a maggio ne sono state consegnate 1.730.

A maggio il marchio MINI è cresciuto del 14,2%, raggiungendo le 22.682 unità. Anche la MINI Clubman ha proseguito nel suo andamento positivo. Con vendite di 4.476 veicoli nel mese in esame, ha inciso per circa un quinto sulle vendite totali del marchio. Nei primi cinque mesi di quest'anno, sono state consegnate ai clienti il 20,3% di MINI in più ed anche la Rolls-Royce ha continuato a far registrare un trend di crescita. Il marchio di gran lusso ha consegnato 110 esemplari della famiglia Phantom nel mese di maggio (+96,4%) e dall'inizio dell'anno ha venduto un totale di 381 automobili (+72,4%).

Autore:

Tag: Mercato , Bmw , immatricolazioni


Top