dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 6 giugno 2008

Pininfarina "corre" con l'auto elettrica

Bollorè ci crede e il titolo balza del 18,66%

Pininfarina "corre" con l'auto elettrica

Vincent Bollorè parla all'assemblea degli azionisti e il titolo Pininfarina schizza a Piazza Affari: dopo essere stato sospeso per eccesso di rialzo, il titolo ha archiviato la giornata di ieri in progresso del 18,66% sull'ultimo prezzo di 8,95 euro. Lo strappo è accompagnato da volumi più che quintuplicati con 383.938 pezzi scambiati contro 69.976 di media. All'origine della spettacolare performance finanziaria, le parole del finanziere bretone, partner dell'azienda per il progetto dell'auto elettrica, che all'assemblea degli azionisti del suo gruppo a Parigi ha spiegato che se la vettura, che verrà commercializzata a partire dal 2009, avrà successo richiederà la costruzione di altri stabilimenti per produrre le batterie.

In un momento in cui il mercato dell'auto è in crisi per via dei rincari petroliferi e della crisi creditizia, Bollorè ha scaldato gli animi annunciando che potrebbe sottoscrivere fino a 30 milioni euro l'aumento capitale del gruppo italiano. "Avevamo detto che, se avessero voluto che partecipassimo all'aumento di capitale, lo avremmo volentieri fatto. Potremmo investire in Pininfarina 10, 20 o 30 milioni".

Tuttavia, anche "se tutto andrà bene, l'auto elettrica non contribuirà all'utile del gruppo prima del 2017-8", ha sottolineato. Intanto Pininfarina ha annunciato che entro la metà dell'anno conta di raccogliere 100 milioni di nuova liquidità. La storica società torinese, tra i maggiori fornitori di servizi in campo automibilistico, è di fatto vicina alla chiusura di un accordo con la banca Fortis, che si era inizialmente opposta al riscadenziamento del debito.

Oltre a Bolloré e agli indiani della Tata, alla sottoscrizione delle nuove azioni hanno dato ora disponibilità anche il presidente Brembo Alberto Bombassei, Piero Ferrari, figlio del creatore del Cavallino, e la famiglia torinese Marsiaj. La corsa ai titoli a questo punto è aperta.

Autore:

Tag: Mercato , mobilità sostenibile , auto elettrica , milano


Top