dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 5 giugno 2008

La plancia della nuova Insignia

Un design totalmente rinnovato che ricorda la GTC

La plancia della nuova Insignia
Galleria fotografica - La plancia della nuova Opel InsigniaGalleria fotografica - La plancia della nuova Opel Insignia
  • La plancia della nuova Opel Insignia - anteprima 1
  • La plancia della nuova Opel Insignia - anteprima 2
  • La plancia della nuova Opel Insignia - anteprima 3

In origine c'era la Vectra, berlina onesta e dall'aspetto rassicurante, ma dall'appeal poco marcato: la sua plancia era ben assemblata e con materiali di buona qualità, ma sembrava disegnata direttamente dai "tecnici", con squadra e righello, piuttosto che da un centro stile.

DALLA GTC ALLA INSIGNIA
Al Salone di Ginevra del 2007, con la presentazione della Coupè GTC Concept che anticipava le forme della futura sostituta della Vectra, ci si accorse subito che la musica era cambiata: a parte la versatilità degli interni in rapporto alla forma esterna aerodinamica, la plancia finalmente avvolgeva il guidatore, con linee più morbide e con una maggiore attenzione allo stile e all'integrazione dei singoli elementi. Ora sono state pubblicate le immagini definitive della plancia della berlina Insignia che, per fortuna, non ha cambiato molti elementi rispetto a quanto proposto sulla GTC, e che presenta uno stile ben definito e di buon impatto stilistico, al pari delle linee esterne.

UN DESIGN MODERNO E COERENTE
Tra le caratteristiche della nuova plancia, notiamo ad esempio la forma complessiva ad arco, che avvolge guidatore e passeggero; la ripartizione in più elementi orizzontali di finitura, che proseguono nelle portiere con un disegno unitario; la consolle centrale ben integrata, piuttosto inclinata e sollevata solo parzialmente rispetto al resto della plancia, con lo schermo multimediale al centro, affiancato dalle due bocchette centrali ad andamento verticale, e con i numerosi pulsanti inferiori dedicati ai vari comandi di radio, navigatore, sistemi di comunicazione e, più in basso, climatizzatore bizona. I comandi dei fari sono disposti al lato del volante, secondo una tradizione "alla tedesca" forse criticabile (occorre staccare le mani dal volante, e talvolta i pulsanti rimangono un poco nascosti) ma coerente. Il bel volante a tre razze multifunzione presenta al centro i rinnovati stemmi Opel e Vauxhall, cromati e dalla maggiore tridimensionalità, ed è racchiuso dall'ormai immancabile "guscio" color argento nella parte inferiore, richiamato anche da altri elementi, di forma analoga e con la medesima finitura, sulle portiere e davanti alla leva del cambio.

SENZA "APPOGGI", MA CON STRUMENTI SPORTIVI
A prima vista, come in altre vetture Opel, manca un vero vano di appoggio "aperto", sia nella parte alta della plancia che nella consolle centrale: a parte il cassetto chiuso dal lato passeggero e le tasche nelle portiere, solo il tunnel contiene piccole aree per disporre oggetti, come se si temesse di turbare l'eleganza complessiva. Ben riuscito invece il quadro strumenti, con elementi circolari separati che richiamano vetture sportive, anche di altre Case (Mercedes in primis): colpisce la grafica che simula quella dei cronografi da gara, ma in generale è di effetto tutta l'illuminazione di quadro e comandi, che da un elegante bianco diventa rossa premendo il tasto "Sport".

In sostanza, gli interni della nuova Insignia rispecchiano gli aggettivi con cui vengono definiti dalla dirigenza GM: caldi, invitanti e sportivi. Non ci rimane che testarli dal vivo...

Scegli Versione

Autore: Sergio Chierici

Tag: Anticipazioni , Opel


Top