dalla Home

Eventi

pubblicato il 2 giugno 2008

11° Incontro Internazionale di Trabant

Cinque giorni in Romagna per le regine dell'Est europeo

11° Incontro Internazionale di Trabant
Galleria fotografica - 11° Incontro Internazionale di TrabantGalleria fotografica - 11° Incontro Internazionale di Trabant
  • 11° Incontro Internazionale di Trabant - anteprima 1
  • 11° Incontro Internazionale di Trabant - anteprima 2
  • 11° Incontro Internazionale di Trabant - anteprima 3
  • 11° Incontro Internazionale di Trabant - anteprima 4
  • 11° Incontro Internazionale di Trabant - anteprima 5
  • 11° Incontro Internazionale di Trabant - anteprima 6

Si conclude oggi l'11° Incontro Internazionale di Trabant (29 maggio - 2 giugno 2008), un avvenimento che annualmente rende omaggio a delle vetture che, oltre ad essere "storiche", hanno anche fatto la storia di una nazione motorizzando per decenni milioni di persone. Il raduno, tenutosi come ormai da tradizione nella romagnola Cesenatico, ha visto al centro dell'attenzione una ventina di vetture costruite nell'Europa dell'Est, come la piccola Trabant
e la più "lussuosa" Wartburg, tutte provenienti da ogni parte del Vecchio Continente.

Per cinque giorni la rumorosa quanto incantevole carovana di Trabby ha scorrazzato per varie località della Riviera fino alle più collinari San Leo e San Marino, tra visite a musei locali, parchi divertimenti, simpatiche cacce al tesoro e, ovviamente, sfilate nei vari centri cittadini dove la curiosità per questa auto non mancava di certo. Per queste vetturette d'altri tempi che, a dispetto di altre "piccole celebrità" europee (come Fiat 500, Mini e Volkswagen Maggiolino), non vantano un omonimo (e modaiolo!) modello attualmente in commercio, eventi di questo tipo rappresentano il miglior modo per ricordarle e, per i più giovani, conoscerle per la prima volta.

La Trabant, prodotta dalla VEB Sachsenring Automobilwerke Zwickau dal 1957 al 1991, durante la Guerra Fredda rappresentò l'unica alternativa economica alla mobilità privata della Germania dell'Est ed i 3.100.000 esemplari venduti sono un dato molto significativo per misurarne il successo; davvero poco piacevole per i "clienti" dell'epoca era invece il tempo di attesa che, in molti casi, fu di circa 12 anni! Destinate all'aristocrazia dell'epoca erano poi le automobili Wartburg, più imponenti nella carrozzeria, qualitativamente superiori e dai motori più potenti, tutte doti che le rendevano inaccessibili alla stragrande maggioranza della popolazione.

Le Trabant presenti all'11° Raduno sono state anche oggetto di un concorso a votazione nella giornata di domenica 1 giugno: durante la sosta sul canale di Cesenatico i passanti potevano votare la partecipante per loro più significativa tramite un'apposita scheda messa a disposizione dall'organizzazione. Ad avere la meglio tra le contendenti è stata una Wartburg 311 del 1958, di proprietà di due giovani appassionati di Dresda, Germania.

Autore: Redazione

Tag: Eventi , auto storiche , raduni


Top