dalla Home

Mercato

pubblicato il 27 maggio 2008

Ford prevede un futuro “small size”

Il gigante americano produrrà auto sempre più piccole

Ford prevede un futuro “small size”

Ha certamente destato grande sorpresa il risultato positivo di bilancio ottenuto da Ford Motor Company nel primo quadrimestre del 2008: 100 milioni di dollari, realizzati soprattutto al buon andamento degli ordini sul continente europeo e africano, decisamente una boccata d'ossigeno rispetto agli scarsi profitti sul mercato interno. Un risultato, insomma, decisamente in controtendenza con l'andamento del mercato nazionale, dove si sta assistendo a un calo delle vendite a causa dell'impennata del prezzo del carburante.

Ford tira, insomma, un sospiro di sollievo ma il campanello d'allarme sullo scenario domestico avrà comunque significative conseguenze sui progetti futuri circa nuovi modelli. In America, infatti, il mercato dei SUV in aprile è crollato del 36%, quello dei pick-up del 19%. A fronte di questo scarso andamento del settore, infatti, Ford, per bocca del suo Amministratore Delegato, Alan Mulally, ha già annunciato un taglio di produzione del 15% entro il secondo quadrimestre del 2008, seguendo una stima che vede, entro agosto, un calo del venduto pari a una cifra compresa tra il 15 e il 20%. A fine anno, Ford Motor Company prevede di vendere l'8% in meno rispetto al ritmo usuale.

COSA STA SUCCEDENDO NEGLI USA?
Gli americani stanno variando i loro acquisti nel settore automobilistico. Dai classici veicoli di grandi dimensioni, equipaggiati con giganteschi motori assetati di benzina, si inizia a manifestare un deciso interesse per auto di medie dimensioni (berline e crossover). Di conseguenza Ford prevede che, entro i prossimi anni, la gamma assomiglierà sempre di più a quella di Honda e Toyota.

"Non ha senso produrre auto che il mercato non vuole - ha dichiarato Alan Mulally - e per questo motivo Ford, di fronte al rapido e permanente declino di auto di grandi dimensioni e alla scarsa presenza di auto medie nella sua gamma di veicoli, modificherà gradualmente la produzione a favore di vetture di minori dimensioni per soddisfare l'attuale cambiamento nei gusti della clientela".

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Mercato , Ford , immatricolazioni , produzione , dall'estero , lavoro


Top