dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 22 maggio 2008

Alfa Romeo: tre anni di grandi novità

Luca De Meo parla in un'intervista del progetto "CX-over" e non solo

Alfa Romeo: tre anni di grandi novità
Galleria fotografica - Alfa Romeo Mi.ToGalleria fotografica - Alfa Romeo Mi.To
  • Alfa Romeo Mi.To - anteprima 1
  • Alfa Romeo Mi.To - anteprima 2
  • Alfa Romeo Mi.To - anteprima 3
  • Alfa Romeo Mi.To - anteprima 4
  • Alfa Romeo Mi.To - anteprima 5
  • Alfa Romeo Mi.To - anteprima 6

Dall'introduzione di un dispositivo "stop-start" su tutta la gamma, al lancio di un SUV entro il 2010. E questi sono soltanto due dei passaggi di sviluppo più salienti previsti per l'Alfa Romeo che Luca De Meo, amministratore delegato del marchio, ha anticipato in un'intervista pubblicata sul mensile tedesco Auto Motor & Sport.

Il 2008 sarà l'anno della "piccola" Mi.To, con la quale il marchio del Biscione esplorerà per la prima volta il segmento B. L'anno prossimo sarà invece rilanciata l'Alfa 147, con la seconda generazione della quale De Meo anticipa una produzione di 85.000 unità all'anno. E rimanendo in tema di numeri previsti per il 2009, molto più limitati saranno quelli dell'affascinante versione "scoperta" della 8C Competizione: appena 500 esemplari ad un costo di circa 175.500 euro l'uno.
De Meo ha inoltre annunciato l'arrivo su tutta la gamma Alfa del dispositivo stop-start, quello che spegne e riavvia automaticamente il motore nei rallentamenti cittadini. "Alfa Romeo non lancerà una gamma ecologica, ma senz'altro sfrutterà la tecnologia a basso impatto ambientale sviluppata da Fiat, a tutto vantaggio dei propri modelli", ha precisato.

L'altra "prima volta" importante, dopo l'Mi.To come baby Alfa, è fissata per il 2010 quando vedremo sulle strade l'inedito SUV Alfa Romeo, una vettura che prenderà spunto dal Kamal Concept di cinque anni fa. Del progetto, denominato internamente "CX-over", De Meo ha detto poco, ma ne ha preannunciato la commercializzazione entro il 2010 e i numeri di produzione: 40.000 unità all'anno.

Il rilancio del marchio del Biscione nel breve e medio periodo non passerà soltanto per i nuovi modelli. Obiettivo strategico primario, ha detto De Meo, è "fare di Alfa Romeo un marchio di livello globale". Cina, Stati Uniti, Australia e Giappone sono i primi nomi sulla lista dei nuovi clienti del costruttore italiano. Per raggiungere l'obiettivo "ci concentreremo sui valori intrinsechi alla nostra identità. La nostra immagine deve rimanere intatta, quella autentica radicata nella nostra storia. Non vogliamo diventare la versione Italiana di BMW o Audi".

"Oggi il marchio Alfa è venduto in 74 paesi, nei prossimi dieci anni saranno ancora di più", ha aggiunto. Del resto, quando a De Meo è stato affidato il nuovo incarico è stato anche chiesto di seguire fin da subito uno delle scommesse commerciali più delicate: il ritorno del brand negli Stati Uniti.

Galleria fotografica - Alfa Romeo 8C SpiderGalleria fotografica - Alfa Romeo 8C Spider
  • Alfa Romeo 8C Spider - anteprima 1
  • Alfa Romeo 8C Spider - anteprima 2
  • Alfa Romeo 8C Spider - anteprima 3
  • Alfa Romeo 8C Spider - anteprima 4
  • Alfa Romeo 8C Spider - anteprima 5
  • Alfa Romeo 8C Spider - anteprima 6
Galleria fotografica - Alfa Romeo KamalGalleria fotografica - Alfa Romeo Kamal
  • Alfa Romeo Kamal - anteprima 1
  • Alfa Romeo Kamal - anteprima 2
  • Alfa Romeo Kamal - anteprima 3
  • Alfa Romeo Kamal - anteprima 4
  • Alfa Romeo Kamal - anteprima 5
  • Alfa Romeo Kamal - anteprima 6

Autore:

Tag: Anticipazioni , Alfa Romeo


Top