dalla Home

Novità

pubblicato il 15 maggio 2008

Jeep Cherokee

L'evoluzione di un classico Yankee

Jeep Cherokee
Galleria fotografica - Jeep CherokeeGalleria fotografica - Jeep Cherokee
  • Jeep Cherokee - anteprima 1
  • Jeep Cherokee - anteprima 2
  • Jeep Cherokee - anteprima 3
  • Jeep Cherokee - anteprima 4
  • Jeep Cherokee - anteprima 5
  • Jeep Cherokee - anteprima 6

Pensando a veicoli per l'off-road e per il tempo libero, il primo marchio americano che viene in mente non può che essere Jeep. Tolti i panni di vettura militare, la celebre CJ del dopoguerra si è evoluta in vario modo fino all'attuale Wrangler, a rappresentare lo spirito "tutto terreni" originario; ma ormai da decenni, la trazione integrale, la maggiore altezza da terra e la robustezza di telaio e struttura sono stati applicati su carrozzerie più versatili, adatte al trasporto di cose e persone e all'uso anche su asfalto: nacquero così, più di 40 anni fa, i precursori degli "Sport Utility Vehicles" attuali. Il primo, in ordine di tempo, fu il grande Wagooner SJ (1962), seguito dal 1974 dal Cherokee, originariamente basato sul medesimo pianale, e poi su piattaforme nuove e più compatte, a partire dalla serie XJ del 1984. Oggi Cherokee si evolve nella sua ultima generazione, più simile alla filosofia originaria Jeep.

DESIGN: IL RITORNO DELLE LINEE SQUADRATE
La nuova Cherokee ritorna a proporre le linee squadrate delle versioni più note del modello, quelle degli anni '80, mantenendo però alcune "rotondità", e producendo un effetto che insieme è massiccio, forte e vagamente retrò. Si notino, ad esempio, i finestrini, relativamente piccoli e separati tra loro; la forma delle portiere, strette e verticali; la complessa struttura in plastica nella parte inferiore (paraurti, parafanghi, profili), dalle forme squadrate e dagli "incastri" decisi. Anche il frontale, con la calandra cromata (nella versione Limited) o in tinta, e con le consuete feritoie verticali, è decisamente più alto e "imponente" rispetto a quello più profilato della versione 2001, anche per rispondere alle più recenti normative sulla protezione dei pedoni. Posteriormente, si nota soprattutto l'assenza della ruota di scorta, ora sotto il pianale, che ha permesso di allungare il passo (2.694 mm) e definire una coda più simile a quella di una station wagon. La nuova forma e le dimensioni complessive (4.493 x 1.839 x 1.797 mm) garantiscono comunque una migliore abitabilità, con un bagagliaio di 419 litri a norme ISO, estendibili a 1.404 litri con i sedili posteriori abbattuti.
La stessa impronta decisa della carrozzeria si rivela anche negli interni, che sembrano disegnati... con righello e squadra: la plancia bicolore, in particolare, ha un design particolarmente "duro", facendo ricorso a linee arcuate solo eccezionalmente (palpebra della strumentazione, appiglio per il passeggero anteriore). Questo tipo di design produce l'effetto di una vettura in apparenza meno "raffinata" rispetto alla precedente, ma probabilmente più in linea con lo spirito del modello - e del marchio in generale.

MECCANICA
Il pianale della nuova Jeep Cherokee è condiviso con la Dodge Nitro, di cui in effetti mantiene proporzioni e impianto generale anche esternamente. Le intenzioni sono di mantenere una certa vocazione off-road, ricorrendo a soluzioni tecniche adatte anche all'uso stradale: le sospensioni, ad esempio, sono indipendenti all'anteriore con molle elicoidali e barra stabilizzatrice, e con un raffinato schema a cinque bracci posteriormente. Quanto alle motorizzazioni, per il nostro mercato è previsto il solo 4 cilindri 2.8 CRD di origine italiana (è prodotto da VM Motori), che, rispetto a quelli montati sui precedenti modelli Jeep, è stato modificato e migliorato: si tratta di un diesel con turbocompressore a geometria variabile (VGT), iniezione diretta common rail, 16 valvole, doppio albero a camme in testa, filtro anti-particolato di serie, che raggiunge una potenza massima di 177 CV a 3.800 giri/min. Il motore può essere accoppiato ad un cambio manuale a sei marce o automatico a cinque velocità (con quest'ultimo, la coppia massima è di 460 Nm a 2.000 giri/min.), ed è in grado di garantire un'autonomia di circa 725 chilometri con un solo pieno.
Interessante l'introduzione del nuovo sistema di trazione Selec-Trac II, che prevede la possibilità di scegliere, mediante una levetta sulla consolle centrale, tre modalità: 2WD, 4WD Auto e 4WD Low - quest'ultima inserisce le marce ridotte e la moltiplicazione della coppia con il bloccaggio del ripartitore centrale, per affrontare meglio terreni irregolari o superfici a scarsa aderenza. Al Selec-Trac II sono associati anche i sistemi Hill Descent Control (solo con il cambio automatico) e Hill Start Assist, che facilitano marcia in discesa e partenza in salita.

EQUIPAGGIAMENTI
Due sono le versioni disponibili per la nuova Cherokee: Sport e Limited. La differenza principale consiste in una finitura differente, sia all'esterno che all'interno, dove sono presenti, sulla Limited, rivestimenti bicolore dall'imbottitura avvolgente e con tessuto "YES Essentials" antimacchia, antistatico ed antiodore. Molte le dotazioni di serie per entrambi gli allestimenti: tra queste, segnaliamo gli airbag laterali a tendina (anteriori e posteriori) e frontali multistadio; ABS, ESP, TCS e Assistenza alla frenata di emergenza (BAS); il sistema Electronic Rollover Mitigation (ERM), che compensa il naturale rollio della vettura; i sensori di parcheggio posteriori; il climatizzatore automatico; l'impianto audio (con 8 altoparlanti, 368 Watt e sistema vivavoce Bluetooth UConnect per la Limited); il sistema di monitoraggio pressione pneumatici TPM (solo con spia sulla Sport); l'antifurto perimetrale.
I cerchi sulla Sport sono da 16", mentre la Limited è equipaggiata con cerchi da 17"; quest'ultima può essere fornita anche di cerchi da 18", scegliendo il "Luxury Leather Package", che comprende anche finiture interne in pelle, tappetini personalizzati, soglie d'ingresso in acciaio spazzolato, memorizzazione delle impostazioni di sedili, impianto stereo e retrovisori esterni. Per chi vive la Cherokee non solo come fuoristrada...

I prezzi chiavi in mano della Jeep Cherokee sono copresi tra gli 32.440 euro ed i 36.340 euro.

Jeep Cherokee

In Umbria, Jeep Cherokee ci impressiona per confort, manegevolezza e prestazioni.

Scheda Versione

Jeep Cherokee
Nome
Cherokee
Anno
2008 - F.C.
Tipo
Normale
Segmento
medie
Carrozzeria
SUV e Crossover
Porte
5 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Sergio Chierici

Tag: Novità , Jeep


Top