dalla Home

Attualità

pubblicato il 15 maggio 2008

La rivincita dell'usato: +12,8% ad aprile

Roma "campionessa" di passaggi di proprietà

La rivincita dell'usato: +12,8% ad aprile

La vendita delle auto nuove è in picchiata, ma si sta impennando la domanda di auto usate. E è questo il fenomeno che sta vivendo il mercato italiano stando ai dati delle immatricolazioni raccolti dall'ACI nei primi mesi dell'anno. Soltanto ad aprile il mercato del nuovo è calato dell'8,3%, mentre quello dell'usato è salito del 12,8%. I passaggi di proprietà in Italia sono stati 275.207, ovvero 31.262 in più rispetto allo stesso mese del 2007, mentre nei primi quattro mesi dell'anno il mercato dell'usato è salito del 3%.

Secondo i dati pubblicati nell'ultimo bollettino mensile "Auto-Trend" - l'analisi statistica dell'ACI sui dati del PRA - continua anche il calo delle radiazioni delle autovetture: -8,2% ad aprile rispetto allo stesso periodo del 2007 e -13,8% dall'inizio dell'anno. Ad aprile sono state eliminate dalla circolazione 206.378 autovetture contro le 210.018 del 2007. Di queste il 29,1% è rappresentato da modelli Euro 0, il 28,8% da Euro 1, il 24,3% da Euro 2, il 14,3% da Euro 3 ed il 3,5% è costituito da Euro 4.

Ad aprile il maggior numero di passaggi di proprietà è stato registrato al Nord con 119.091 contratti firmati, ovvero 16.958 in più rispetto allo stesso mese del 2007. L'aumento tradotto in termini percentuali è del 16,6%, esattamente la stessa quota registrata nelle regioni del Centro, dove di firme ce ne sono state 58.640. Al Sud e nelle Isole l'incremento è stato del 19,4%, con 97.476 passaggi di proprietà contro gli 81.659 del 2007.

"ROMA CAPUT USATO"
Roma è la città d'Italia in cui sono stati firmati più contratti di passaggi proprietà: ben 23.762, una cifra che da sola può essere paragonata a quella registrata in tutto il Piemonte, dove di passaggi ce ne sono stati 22.163. Le altre due città dove il numero di passaggi è stato più alto sono Milano e Napoli, rispettivamente con 17.986 e 17.163 contratti.

LA PRIMA REGIONE E' LA LOMBARDIA
In vetta alla classifica per regioni c'è la Lombardia: 43.150 passaggi di proprietà (+17,8%). A seguire c'è il Lazio con 31.036 contratti (+17%), la Campania con 30.505 (+19,9%), la Sicilia con 22.245 (+15,9%), il Piemonte, la Puglia con 20.069 (+23,4%) ed il Veneto con 19.696 passaggi di proprietà (+18,6%). Crescita sugli stessi livelli anche per l'Emilia Romagna, dove sono stati firmati 18.199 contratti, mentre in Toscana se sono stati siglati 16.764 (+14,7%), in Calabria 7.914 (+20,4%), in Sardegna 7.149 (+19,4%), nelle Marche 6.306 (+23,2%), in Liguria 6.038 (+12,4%), in Abruzzo 5.597 (+16,9%), in Friuli Venezia Giulia 5.067 (+13,7%) ed in Umbria 4.535 (+12,5%). Ultime posizioni in classifica per il Trentino Alto Adige (3.921 contratti per un +13,7%), la Basilicata (2.463, +14,6%), il Molise (1.533, +26,1%) e la Valle d'Aosta (857, +21,6%).

Autore:

Tag: Attualità , immatricolazioni


Top