dalla Home

Tuning

pubblicato il 13 maggio 2008

Cadillac CTS-V: 7:59 al Nurburgring

La sportiva americana strappa un tempo da record per una berlina

Cadillac CTS-V: 7:59 al Nurburgring
Galleria fotografica - Cadillac CTS-V: 7:59 al NurburgringGalleria fotografica - Cadillac CTS-V: 7:59 al Nurburgring
  • Cadillac CTS-V: 7:59 al Nurburgring - anteprima 1
  • Cadillac CTS-V: 7:59 al Nurburgring - anteprima 2
  • Cadillac CTS-V: 7:59 al Nurburgring - anteprima 3

Quando nel 2005 le Cadillac arrivarono anche in Europa con la BLS era naturale pensare che le loro dirette concorrenti sarebbero state le tedesche Premium come BMW, Mercedes e Audi.

Dopo appena tre anni dall'arrivo nel Vecchio Continente il Marchio americano ha però tirato un brutto scherzo ai "padroni di casa" teutonici, portando nel loro ambiente naturale la nuova Cadillac CTS-V, la versione extrapotente della rinnovata berlina USA equipaggiata con l'unità LS9 V8 da 6.2 litri che spinge la stratosferica Corvette ZR1, ma qui in versione depotenziata 550 CV.

Il risultato numerico più esaltante è un tempo sul giro di 7:59.320, che nella moltitudine di record non ufficiali sul Nurburgring, apparentemente il più basso mai realizzato da una berlina di serie. Al volante c'era tale John Heinricy, tester ufficiale GM e pilota di discreto successo nelle serie turismo USA, che sul Nordschleife stava effettuando una sessione finale di test in preparazione del lancio commerciale che avverrà il prossimo inverno.

Una curiosa coincidenza vuole inoltre che la CTS fu nel 2001 la prima auto americana ad essere testata sul Nurburgring. Adesso che il muro degli 8 minuti è stato abbattuto, riusciranno le "V" ad eclissare il prestigio delle sigle concorrenti AMG, M ed RS?

Autore:

Tag: Tuning , Cadillac , piloti , nurburgring


Top