dalla Home

Mercato

pubblicato il 9 maggio 2008

Toyota: il 2008 sarà da dimenticare?

Negli Usa, profitti previsti in picchiata a fine anno

Toyota: il 2008 sarà da dimenticare?

La crisi economica che sta affliggendo gli Stati Uniti ha naturali conseguenze infauste anche per il settore dell'auto. Sullo scenario d'Oltreoceano, dove stanno andando in forte crisi le vendite di Suv e pick-up, il trend di mercato è negativo e, per sua stessa ammissione, anche per quanto riguarda il gigante Toyota, che fino a qualche tempo fa veniva considerato immune da questa dinamica.

Già l'ultimo quadrimestre del 2007 si concluse per il Costruttore giapponese con una diminuzione delle vendite per il 28%. Secondo alcune stime effettuate, questa tendenza dovrebbe continuare anche per il 2008 e chiudersi, a fine anno, con un crollo del 27%. Questo risultato, se confermato, porterebbe Toyota, dopo nove anni di crescita ininterrotta, al primo risultato negativo in termini di profitti.

Il Presidente di Toyota Motor Corporation - Katsuaki Watanabe - in una conferenza stampa, ha dichiarato che la situazione di mercato è molto difficile, al punto da costringere il management a rivedere le proprie strategie di business e a operare drastiche riduzioni di costi.

Oltre al rallentamento generalizzato delle vendite, Toyota ha individuato altre motivazioni della situazione sulla piazza americana: l'elevato costo dei materiali (soprattutto acciaio e plastica), la crisi del credito, e la forza dello yen si sono rivelati fattori determinanti.

Tuttavia, contrariamente alla situazione negli Stati Uniti e negli altri paesi industrializzati, Toyota sta crescendo molto nel resto del mondo, soprattutto nei paesi emergenti, dove l'aumento della domanda segue un ritmo serrato: il risultato migliore, attualmente, premia il mercato della Cina (con una crescita oltre il 20%) ma anche Medio Oriente, Sud Africa e Australia fanno registrare risultati positivi.


[Via news.yahoo.com]

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Mercato , Toyota , immatricolazioni , produzione , lavoro


Top