dalla Home

Home » Argomenti » Patente

pubblicato il 9 maggio 2008

Aumentano i controlli con l'etilometro

E il 64% degli automobilisti non sa qual'è il limite consentito dalla legge

Aumentano i controlli con l'etilometro

La guida in stato d'ebbrezza è un fenomeno che nei primi mesi dell'anno è cresciuto del 10% rispetto al 2007, coinvolgendo soprattutto i giovani al di sotto dei 30 anni. Di fronte a questa realtà nello stesso periodo i controlli con l'etilometro sono aumentati rapidamente. La sola Polizia Stradale ne ha effettuati ben 404.349, ovvero 302.911 in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. I "soffi" nel misuratore dell'alcol sono così aumentati del 298,6%. Un bel risultato, considerando che ai controlli della Polizia di Stato andranno aggiunti quelli dei Carabinieri, delle Polizie Locali e del Corpo Forestale, a cui sono stati consegnati in totale 3.400 nuovi etilometri.

Procedendo di questo passo, l'obiettivo di 2 milioni di controlli antialcol fissato dalle Istituzioni per il 2008 non soltanto potrebbe essere raggiunto ma anche superato. La sola Polizia Stradale potrebbe arrivare oltre quota 1.200.000 verifiche. In pratica, rispetto a due anni fa le possibilità di soffiare in un etilometro potrebbero aumentare in Italia di ben 10 volte. dati alla mano, se nel 2006 le probabilità di controllo per i 35 milioni di patentati italiani erano di una volta ogni 170 anni di possesso patente, nel 2007 si è passati ad una possibilità teorica di verifica ogni 44 anni e nel 2008 si potrebbe arrivare ad una ipotesi di controllo una volta ogni 17 anni. Un traguardo, che come ha ricordato l'Asaps, anche se raggiunto non sarà sufficiente e dovrà essere seguito da un "ulteriore incremento delle verifiche alcolemiche fino ad arrivare ai 5-6 milioni di controlli l'anno come in altri paesi Ue, produttori di alcol come noi, ma più attenti di noi alla tutela della vita". Si pensi che in Francia si effettuano 7-8 milioni di controlli l'anno e in Spagna 3-4 milioni.

A tanto ritardo si aggiunge l'ignoranza di molti italiani sulla legge vigente in materia. Di fatto, su un campione di 1.137 automobilisti - intervistati per un sondaggio di Direct Line - appena il 36% ha dichiarato di sapere qual'è il limite per l'assunzione di alcool prima della guida previsto dalla legge: 0,5 grammi per litro. Dallo stesso studio è emerso che il 65% degli intervistati è d'accordo con la normativa vigente, mentre solo il 10% è favorevole a maggiori controlli, limiti più bassi e sanzioni più severe.

Autore:

Tag: Attualità , codice della strada , incidenti , patente a punti , sicurezza stradale


Top