dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 9 maggio 2008

Londra: nuovi distributori di corrente elettrica

Dopo il boom di veicoli elettrici a Londra nuove stazioni di ricarica

Londra: nuovi distributori di corrente elettrica

Il bastone e la carota. Così si potrebbe descrivere la strategia messa in atto dal comune di Londra per la lotta all'inquinamento automobilistico della City. Nel primo aspetto può essere fatta rientrare la famosa Congestion Charge, la tassa che ogni automobilista deve pagare per l'ingresso nel centro città (l'esperimento è in corso anche da noi a Milano su iniziativa del Sindaco Moratti ma i risultati non sembrano essere, almeno attualmente, quelli sperati).

Nella seconda categoria rientra l'iniziativa intrapresa recentemente e volta a incoraggiare l'utilizzo di veicoli elettrici: nella zona di Westminster sono state installate dieci stazioni di servizio ad uso della collettività equipaggiate con erogatori di energia elettrica. L'esperimento, che durerà qualche mese, prevede delle colonnine ribattezzate "Juice Points" e sistemate a coppie dalle quali è possibile ottenere energia elettrica per la ricarica delle batterie dei veicoli. Ogni automobilista ha a disposizione quattro ore di utilizzo anche se fino a questo momento, mediamente, non si va oltre le due ore per una ricarica completa. Circa ottanta persone, complessivamente, utilizzano questo servizio ma l'amministrazione spera, entro l'anno, di arrivare a duecento utilizzatori.

La prossima sfida sarà quella di installare altri Juice Points, circa una cinquantina, all'interno dei principali garage del centro città. L'amministrazione vorrebbe varare anche un programma di sostituzione di batterie ma, a quanto sembra, non sembra fattibile sul piano pratico per ragioni di costo e di compatibilità tra auto di differenti costruttori.

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Attualità , mobilità sostenibile , auto elettrica


Top