dalla Home

Home » Argomenti » Manutenzione

pubblicato il 5 maggio 2008

Il nuovo Governo "per gli automobilisti"

Le priorità secondo un sondaggio dell'Asaps

Il nuovo Governo "per gli automobilisti"

Più controlli in divisa e più educazione sulle norme stradali. E' questo ciò che nel complesso vuole la maggioranza degli automobilisti che ha risposto ad un sondaggio promosso dall'Asaps. Di fronte ad un fenomeno che causa 16 morti e 800 feriti al giorno e 30-40 vittime ogni fine settimana, il portale dedicato alla sicurezza stradale ha pensato di interpellare gli internauti su quella che ha giudicato un'emergenza che vorrebbe portare in testa alle priorità politiche del Paese fin dall'insediamento del nuovo esecutivo.

Nelle scorse settimane l'Asaps ha chiesto agli utenti, ottenendo circa 2.000 risposte, di scegliere tre delle dieci proposte pubblicate in uno specifico form. Il 53% delle persone (1.036 su 1.958) ha scelto di chiedere al governo più controlli di agenti in divisa sulle strade. Il 47% (929 su 1.958) vorrebbe invece una più efficace educazione stradale, che inizi fin dalla scuola primaria. Un miglioramento della struttura stradale è stata invece la richiesta del 44% dei votanti (859 persone).

"L'ordine dato dagli intervistati alle risposte ci ha in parte colto di sorpresa", ha commentato il presidente Giordano Biserni. "Infatti, se da un lato si vogliono vedere gli organi di polizia sulla strada, è chiaro che gli italiani puntano molto sulla prevenzione, chiedendo nell'ordine il miglioramento dei processi pedagogici scolari e quello delle infrastrutture. In questo senso, la divisa non è vista come presenza oppressiva, ma come figura indispensabile al rispetto delle regole e questo non può che farci piacere".

La quarta richiesta in ordine decrescente riguarda un miglioramento ed un riordino della segnaletica stradale, mentre al quinto posto tra le domande poste agli utenti compare un maggiore utilizzo dell'elettronica per contrastare la velocità e l'uso di alcol e droga. L'argomento, cliccato 531 volte (27%), ha generato un po' di sorpresa tra gli analisti, che si aspettavano un risultato maggiore "visto tutto quello che è accaduto negli ultimi mesi in termini di tragedie della strada, nelle quali velocità ed alcol si sono dimostrati veri e propri killer. Comunque qualcosa si muove e la sensibilità comincia a cambiare".

Di fatto il 23% degli intervistati (458 su 1.958) vorrebbe interventi per limitare la potenza e la velocità delle automobili, mentre 395 votanti (il 20%) ritengono che il controllo sui veicoli pesanti e commerciali abbia bisogno di un maggior numero di operatori. Gli ultimi tre posti della classifica sono occupati dalla richiesta di una migliore formazione dei conducenti per il rilascio della patente e per il recupero dei punti perduti (cliccata 389 volte, pari al 19,8%); di un'informazione più precisa sui pericoli della strada e sulle regole del codice (8%, corrispondenti a 169 votanti), ed infine la richiesta è quella di imporre limiti alla pubblicità per evitare di celebrare eccessivamente potenze e velocità (7% per 134 votanti).

Autore:

Tag: Attualità , sicurezza stradale


Top