dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 5 maggio 2008

Londra boccia Linvingstone e la Congestion Charge

Boris Johnson, il nuovo sindaco, è contrario alla tassa su Suv e supercar

Londra boccia Linvingstone e la Congestion Charge

E' uscito di scena alla sua maniera. Alla stampa inglese che gli chiedeva cosa farà dopo la disfatta elettorale del 1 maggio Ken Livingstone - il vulcanico ex-sindaco di Londra - ha risposto: "Andrò a casa a bermi un maledetto drink".

Finisce nella capitale inglese l'era di "Ken Il rosso". L'inventore della congestion charge e delle supertasse ai Suv, quello della battaglia legale con la Porsche, l'uomo delle Olimpiadi 2012, da molti indicato come nemico numero uno dell'auto, da tantissimi altri eletto paladino della mobilità sostenibile. Ora Londra ha detto no al suo terzo mandato consecutivo preferendo un conservatore, il giovane Boris Johnson che ha vinto con dieci punti di scarto. All'interno del suo programma elettorale l'ex giornalista quarantenne aveva parlato di "cassare" il salatissimo biglietto d'ingresso da 25 sterline al giorno (32 euro) per Suv e supercar che la precedente giunta aveva approvato, perché "si tratta di una misura che serve a poco per proteggere l'ambiente" ed "è una vera bastonata nei confronti degli automobilisti" e, proprio all'indomani dell'elezione, la Porsche AG glielo ha ricordato con un comunicato. Al contempo, Johnson si è subito dichiarato favorevole al mantenimento della Low Emission Zone, immensa aerea con pesantissime restrizioni per i veicoli commerciali inquinanti.

Tra le polemiche più accese con Livingstone ha fatto scalpore quella per ripristinare i vecchi bus a due piani che l'ex-sindaco aveva mandato in pensione, i bendy bus, simili a quelli articolati che circolano in alcune città italiane. Johnson li considera inadeguati e pericolosi e ha promesso di riportare in vita una moderna versione del classico Routemaster. E poi ha chiesto investimenti per 2 miliardi di euro in nuove piste ciclabili, visto che il nuovo sindaco di Londra, non solo per dare il buone esempio, gira solo in bici.

Autore:

Tag: Attualità , mobilità sostenibile , trasporto pubblico , dall'estero


Top