dalla Home

Mercato

pubblicato il 24 aprile 2008

Fiat Group, decolla il primo trimestre 2008

L'utile del gruppo a 427 di mln di euro, crescita dell'8.4% per il settore auto

Fiat Group, decolla il primo trimestre 2008

I ricavi di tutto il gruppo nei primi tre mesi dell'anno raggiungono quota 15 miliardi di euro, con un aumento del 10% rispetto al 2007, il più alto livello per un trimestre nella storia del gruppo. L'utile netto è passato dai 376 milioni dello scorso anno ai 427 attuali (+13,6%) mentre la gestione ordinaria ha raggiunto i 766 milioni di euro, con un incremento del 28,6% rispetto al 2007.

Il Gruppo ha chiuso il trimestre con un indebitamento netto industriale di 1,1 miliardi di euro determinato da una crescita stagionale del capitale di funzionamento per 1,3 miliardi di euro, acquisizioni per 0,1 miliardi di euro e acquisti di azioni proprie per 0,2 miliardi di euro. La liquidità rimane forte a 4,8 miliardi di euro. Tutti i target del Gruppo per il 2008 sono confermati, compresa la disponibilità netta industriale a fine anno di 1,5 miliardi euro (escludendo l'impatto di ulteriori acquisti di azioni proprie).

A trainare la crescita sono state tutte le divisioni ma spiccano le performance record di Iveco e della controllata americana Cnh. Ottime notizie anche dal settore auto, i cui ricavi hanno raggiunto i 6.8 miliardi di euro con una crescita dell'8,4%: i volumi sono aumentati del 4,1% rispetto al primo trimestre 2007 con un totale di 563.600 unità consegnate. Nonostante il calo europeo della domanda, in Europa occidentale Fiat Automobiles ha messo a segno incrementi significativi in Germania (+15%) e in Francia (+27%), mentre in Brasile ha raggiunto addirittura un +35%.

Tutto questo - sottolinea una nota del gruppo - alla "presenza di fattori sfavorevoli come la riduzione della domanda in Italia; fermo produttivo nei mesi di gennaio e febbraio e graduale riavvio nel mese di marzo dello stabilimento Giambattista Vico di Pomigliano d'Arco, la temporanea sospensione della produzione di vetture equipaggiate con motore 1.3 Multijet, a causa di anomalie in un componente di fornitura esterna".

L'analisi per marchio rivela le continue buone performance di Fiat Panda e Fiat 500 (che ha raggiunto alla fine del trimestre i 182.000 ordini dal lancio): sono state le vetture più vendute in Europa nel segmento A e Punto si è collocata tra i modelli più richiesti del suo segmento. Nel primo trimestre 2008 la quota di mercato per le autovetture di Fiat Group Automobiles si è attestata al 31,1% in Italia (-0,6 punti percentuali rispetto ai primi tre mesi del 2007) e all'8,3% in Europa Occidentale (-0,2 punti percentuali), ma l'analisi per marchio rivela, per il brand Fiat, un andamento in controtendenza sia in Europa Occidentale sia in Italia, dove la quota è migliorata di 1,2 punti percentuali raggiungendo il 25,4%.

Per quanto riguarda Lancia il risultato è sostanzialmente stabile, mentre il marchio Alfa Romeo ha risentito pesantemente del fermo di Pomigliano. Maserati ha realizzato nel primo trimestre 2008 ricavi pari a 193 milioni di euro, con un incremento del 15,6% rispetto allo stesso periodo del 2007. L'aumento significativo è attribuibile principalmente all'ottimo andamento della GranTurismo. Nel trimestre le vetture consegnate alla rete sono state 2.234, il 21% in più rispetto allo stesso periodo del 2007. Nel primo trimestre 2008 Ferrari ha realizzato ricavi pari a 456 milioni di euro, in crescita del 19,7% rispetto al primo trimestre 2007. L'incremento è da attribuire principalmente ai maggiori volumi di vendita relativi ai modelli 612 Scaglietti e 599 GTB Fiorano. Nel trimestre sono state consegnate alla rete 1.654 vetture, il 4% in più rispetto al primo trimestre 2007, mentre le vendite a clienti finali sono state pari a 1.645 unità (+1%).

Autore: Redazione

Tag: Mercato , Fiat , produzione


Top