dalla Home

Anticipazioni

pubblicato il 28 aprile 2008

Ford Ka preview

In Italia arriverà a novembre. E' prodotta in Polonia insieme alla Fiat 500

Ford Ka preview

E' una delle novità più attese del 2008. Ford Ka atto secondo. Torna in scena dopo 12 anni l'utilitaria che ha stravolto gli schemi del design nel settore delle piccole, che ha anticipato tendenze e costumi. Sarà sempre rotonda, ma meno "cartone animato". Insomma sarà molto più macchina rispetto al modello precedente. Il nuovo modello sarà presentato nel prossimo autunno, ma noi siamo già in grado di anticiparvi le linee e i contenuti tecnici che la caratterizzeranno.

L'IDEA "KA"
Ford ha creduto in questo segmento dal 1996, con una vettura molto originale, a cominciare dal nome: "Ka", uno dei principi spirituali nella cultura dell'antico Egitto. Due gli elementi distintivi del modello ancora oggi a listino, seppure a fine carriera: l'estetica molto originale, secondo i dettami del design Ford di allora (il cosiddetto "new edge"), curioso incontro tra linee curve e spigoli vivi, e una meccanica convenzionale ma particolarmente curata dal punto di vista delle doti stradali (sterzo, tenuta di strada, stabilità). Oggi i tempi sono cambiati, e la futura Ka è un progetto del tutto nuovo, sviluppato in collaborazione con Fiat, sul medesimo pianale delle attuali best-seller Panda e 500, realizzato nello stabilimento polacco di Tychy.

LA SECONDA GENERAZIONE
La nuova Ka si presenterà con una linea ispirata al recente Kinetic design di Ford: linee tese e marcate, andamento a cuneo, "bocca" anteriore di grandi dimensioni e linea di cintura piuttosto alta; non presenterà, tuttavia, l'originalità del primo modello, ma avrà una forma più in linea con il resto della gamma Ford, riuscendo anche a non richiamare troppo le vetture Fiat di origine. Dal momento che il segmento A è meno remunerativo di altri, e che è importante puntare sulla quantità di immatricolazioni, forse Ford ha preferito non rischiare - ed è quanto ha fatto, ad esempio, Renault con la nuova Twingo, simpatica ma molto meno originale dell'innovativa progenitrice.
Strategica per la riduzione dei costi è stata l'alleanza con Fiat (una vettura su tre venduta in Europa Occidentale nel 2008 nel segmento A è una Fiat), e la produzione a Tychy, stabilimento dagli alti standard produttivi e dai costi ancora competitivi rispetto ad altri siti europei. Numerosi saranno gli elementi condivisi con la 500-Panda: ad esempio, il pianale, le sospensioni (Mc Pherson all'avantreno e a ruote interconnesse al retrotreno), sebbene con assetto globalmente più rigido, e i motori, che inizialmente saranno il 1.2 a benzina e il 1.3 multijet. In un secondo tempo sono previste altre motorizzazioni, tra le quali non mancheranno una o più versioni sportive, teoricamente in grado di rivaleggiare con le Abarth 500 e 500 Esseesse.
Trattandosi di un'auto che nascerà in piena era "Euro 5", si suppone che consumi e livello di emissioni siano particolarmente contenuti, mentre dal punto di vista della sicurezza, pur con la presenza degli optional ormai irrinunciabili anche sulle piccole, si punterà al raggiungimento di 4 stelle EuroNCAP, come la Twingo, per una questione di marketing e posizionamento, anche economico.

UN MERCATO IMPORTANTE
Il segmento A, ovvero la categoria delle sub-compatte, sta vivendo un periodo particolarmente florido per una serie di motivi: costi di acquisto e di gestione relativamente bassi, dimensioni contenute per garantire agilità nel traffico e facilità di parcheggio, abitacoli molto più comodi e rifiniti che in passato, stile e "immagine" che non hanno nulla da invidiare a quelli delle sorelle maggiori. L'aumento progressivo delle dimensioni (perfino la "micro-car" smart fortwo è diventata più grande) fanno spesso decidere per un "downgrade" dal segmento superiore, in caso di cambio dell'auto: si veda il successo in Italia della Fiat Panda, per la prima volta in grado di insidiare le vendite della Grande Punto (escludendo dal conteggio la Punto "vecchia") e trainata dalla nuova Fiat 500, ma anche di altre proposte moderne come Renault Twingo, il trio franco-giapponese Aygo-C1-107, le "coreane" Matiz, Picanto, H10, ecc.
Le vetture "piccole" sono sempre più diffuse a livello internazionale (si pensi al lancio ufficiale negli USA della smart fortwo, e forse in futuro della Fiat 500), e si prestano ormai ad un uso non solo urbano - basta osservare il successo della 500 nella versione diesel, in teoria una scelta economicamente non adatta in caso di brevi percorrenze.

La nuova Ka sarà presentata alla stampa a fine novembre 2008, per essere commercializzata in Italia a partire da dicembre, in concomitanza con il Motor Show; solo allora si potrà verificare il lavoro svolto dai designers sulla piccola Ford, nonché capire se la Casa americana avrà mantenuto la politica aggressiva sui prezzi, alla quale ci ha abituati da diversi anni.

Scheda Versione

Ford Ka
Nome
Ka
Anno
2008
Tipo
Normale
Segmento
citycar
Carrozzeria
2 volumi
Porte
3 porte
Motore
normale
Prezzo
VAI ALLA SCHEDA

Autore: Sergio Chierici

Tag: Anticipazioni , Ford

Iscriviti alla Community

Scrivi un commento

Condizioni d'uso
Top