dalla Home

Novità

pubblicato il 22 aprile 2008

Renault Laguna GT

Alla conquista del piacere di guida

Renault Laguna GT
Galleria fotografica - Renault Laguna GTGalleria fotografica - Renault Laguna GT
  • Renault Laguna GT - anteprima 1
  • Renault Laguna GT - anteprima 2
  • Renault Laguna GT - anteprima 3
  • Renault Laguna GT - anteprima 4
  • Renault Laguna GT - anteprima 5
  • Renault Laguna GT - anteprima 6

Gran Turismo, un concetto evocativo e che riporta a un'epoca storica, quando le automobili sportive erano capolavori di meccanica e di design. Che fossero auto sensazionali lo testimonia ampiamente - nell'ambito ruolo di auto storiche da collezione - il loro valore di mercato, elevatissimo tra gli appassionati. Le "GT" di un tempo erano auto speciali, dalle prestazioni esaltanti, se non da vera e propria auto da corsa, timidamente dissimulate attraverso il livello di comfort, dotazione e finitura molto elevati: auto da gentleman driver, da capitani d'industria, da giovani rampolli di nobili dinastie nobiliari o industriali.

A quell'ideale "armonia" si ispira la nuova Renault Laguna GT, cercando di fare del massimo piacere di guida la sua mission primaria tra le concorrenti del Segmento D di mercato. Ha le sue qualità migliori in un telaio con quattro ruote sterzanti sviluppato per esaltare le caratteristiche di potenza e coppia dei motori che le sono stati riservati e in tanta elettronica al servizio del pilota: per la guida "dinamica", per il massimo della praticità e della versatilità nell'utilizzo quotidiano.

TELAIO ACTIVE DRIVE
La chiave di volta della nuova Laguna GT risiede nel nuovo telaio Active Drive con quattro ruote sterzanti, una primizia tecnologico-meccanica studiata per aumentare significativamente la precisione e la "rigorosità" del corpo vettura durante la marcia e che, in altri termini, si traducono in un comportamento tanto maneggevole in città quanto agile su strade tortuose. Il telaio Active Drive presenta due vantaggi: facilitare le manovre, grazie ad un diametro di sterzata più contenuto, e ridurre l'angolo di rotazione del volante.
Il diametro di sterzata di New Laguna GT, equipaggiata con telaio Active Drive a quattro ruote sterzanti, si riduce del 10% rispetto alla versione standard, passando da 12,05 m, con cerchi da 18 pollici, ad appena 10,80 m (come sulla piccola Clio). In secondo luogo, poiché la sterzata delle ruote anteriori si somma a quella delle ruote posteriori (le quali sono in grado di sterzare fino a un'angolazione massima di 3,5°), il sistema induce una riduzione del rapporto di demoltiplicazione dello sterzo. Se in condizioni normali sono necessari 16° di angolazione dello sterzo per ottenere 1° di sterzata alla ruota anteriore di New Laguna, questo valore si riduce, grazie al telaio Active Drive, a 13,5° fino a un massimo di 12° quando le ruote posteriori sono sterzate al massimo. Più diretto, il movimento di sterzata del conducente si riduce, a tutto vantaggio della sensazione di maneggevolezza e agilità. Per una stessa curva, il conducente ha bisogno di sterzare di meno.
Fino a 60 km/h, le ruote posteriori ruotano in senso opposto rispetto a quelle dell'avantreno, con un'angolazione massima di 3,5°. A partire da 60 km/h, il retrotreno esegue una sterzata nello stesso senso e simultaneamente rispetto all'anteriore, contrastando così la forza centrifuga che tende a far slittare il retrotreno in curva (classica situazione di sovrasterzo). Il sistema, in sostanza, ha lo scopo di innalzare i limiti di velocità per percorrere le curve a vantaggio della stabilità e dell'efficacia, con un maggior dinamismo un comportamento più "lineare" e "sereno", ingredienti "topici" per esaltare il piacere al volante.

SICUREZZA ATTIVA MIGLIORATA
Il ruolo dell'Active Drive va ben oltre il valore aggiunto di una guida più precisa, andando a influire significativamente sulle situazioni di emergenza, che potenzialmente auto e pilota sono chiamati a fronteggiare. Attraverso la rete CAN, il sensore ubicato sul piantone dello sterzo invia l'informazione sull'angolazione del volante alla centralina che, sfruttando le informazioni relative alla velocità dell'auto provenienti dal sistema ESP/ABS e confrontando i valori di angolazione del volante nel tempo, è in grado di "capire" se lo scenario è quello di una guida sportiva o di manovre di evitamento ostacoli. In funzione di tali parametri, la centralina implementa la sterzata delle ruote posteriori.
L'ESP di serie possiede una nuova logica di funzionamento. Sfruttando, come noto, i sensori dell'impianto ABS, la centralina della Laguna GT individua anche le situazioni di frenata asimmetrica, adattando automaticamente la sterzata delle ruote posteriori per garantire la stabilità dell'auto. Il conducente quindi, dispone di un maggiore aiuto in caso di situazioni critiche.

MOTORI
I propulsori scelti per la Renault Laguna GT (entrambi equipaggiati con cambio manuale a 6 marce) riflettono senza dubbio la sua indole fortemente ispirata al piacere di guida, anche in condizioni "sportive". Si parte dal 2.0 dCi Turbodiesel equipaggiato con turbo a geometria variabile a inerzia ridotta. Eroga 180 CV a 3.750 giri e fornisce una coppia massima di 400 Nm, disponibile da 2.000 giri. La Laguna GT 2.0 dci accelera da 0 a 100 km/h in 8,5 secondi, percorre il chilometro da fermo in 29,5 secondi e raggiunge 222 km/h in versione berlina (o 217 con carrozzeria Sportour). Equipaggiata con filtro antiparticolato registra un consumo medio di 6,5 litri/100 km (172 g/km di CO2).
Per i palati più esigenti, la Renault Laguna GT è disponibile anche in versione 2 litri turbo 16 valvole con turbina twin scroll: la potenza massima è pari a 205 CV a 5000 giri, la coppia massima a 300 Nm disponibili da 3000 giri. New Laguna GT 2.0T accelera da 0 a 100 km/h in 7,8 secondi e percorre i 1.000 metri con partenza da fermo in 28 secondi, con un consumo medio dichiarato pari a 8,2 litri/100 km (194 g di CO2 emessi per chilometro percorso). La velocità massima dichiarata è pari a 232 km/h (berlina) o 227 (Sportour).

IMMAGINE
New Laguna GT vuole essere più di una semplice versione sportiva. Esteticamente si caratterizza per la griglia anteriore dedicata, prese d'aria laterali, doppio terminale di scarico cromato, retrovisori in tinta nero brillante e gruppi ottici posteriori fumé. Calza specifici pneumatici sovradimensionati Bridgestone Potenza 225/45 da 18 pollici. I cerchi traforati Celsium, svelano alla vista i grandi dischi freno con diametro anteriore di 320 mm e 300 al posteriore.

L'immagine più ricercata si riflette, naturalmente, anche nell'ambiente interno: volante a 3 razze in pelle con corona specifica ed impunture grigie, pedaliera di alluminio traforato, pomello della leva del cambio derivato dai modelli sportivi della marca, sedili con rinforzi laterali rivestiti di pelle Riviera grigio scuro.

Tra gli accessori di serie figurano: climatizzatore automatico bizona con sistema di ricircolo basato sulla presenza di un sensore di tossicità, cruise control, sensore crepuscolare e di pioggia, airbag anteriori, laterali e a tendina, avviamento elettronico, cerchi da 18 pollici, impianto audio da 200W con comandi al volante e lettore per file mp3, vernice metallizzata, specchi esterni elettrici e ripiegabili.

PREZZI
Disponibile in versione berlina e station wagon (SporTour), New Laguna GT sarà commercializzata in Italia dal 14 giugno con una garanzia di 3 anni o 150.000 km di serie. La versione 2.0 Turbo 16v 205 CV costa, chiavi in mano, 31.000 euro (32.000 euro la versione Sportour). Renault New Laguna 2.0 dCi 16v 180 CV FAP costa 33.000 euro (34.000 euro la Sportour).

Scegli Versione

Autore: Alvise-Marco Seno

Tag: Novità , Renault


Top