dalla Home

Curiosità

pubblicato il 30 gennaio 2018

Ferrari, viene da Maranello il bob per l'Italia alle Olimpiadi 2018

Il Cavallino collabora da anni con il Comitato Olimpico Italiano, non soltanto per gli sport invernali ma anche per il tiro con l'arco

Ferrari, viene da Maranello il bob per l'Italia alle Olimpiadi 2018

Non c’è il simbolo del Cavallino, non ha il motore e va forte solo in discesa. Però è una Ferrari, vera (e rossa) come quelle stradali o da corsa. La porterà in gara fra circa dieci giorni l’equipaggio composto da Patrick Baumgartner, Marco Rosa, Rocco Caruso e Alessandro Fierro, la squadra italiana di bob a 4, che parteciperà alle Olimpiadi Invernali di Pyeongchang (9-25 febbraio) con un bob messo a punto dalla Ferrari e realizzato nella sua sede di Maranello, che da anni effettua studi e ricerche per migliorare le prestazioni degli atleti italiani in gara alle Olimpiadi invernali e estive: fra gli sport in cui è coinvolta ci sono anche lo sci alpino, lo snowboard, il tiro con l’arco e il canottaggio.

E' Rosso ma non ha il Cavallino

La Ferrari e la Federazione Italiana Sport Invernali (FISI) collaborano dal 2010, quando il costruttore di Maranello partecipò allo sviluppo del bob per le Olimpiadi Invernali di Vancouver. Il costruttore di Maranello è stato chiamato in causa anche per le Olimpiadi Invernali del 2014 e per quelle del 2018. Lo sviluppo del bob per le Olimpiadi Invernali di Pyeongchang è iniziato circa un anno fa, secondo quanto riporta il sito internet Il Post, dopo che una versione precedente aveva effettuato nel 2016 i collaudi sulla pista di Pyeongchang in cui si svolgerà la discesa olimpica. Il bob non può avere loghi o riferimenti del Cavallino, visto che le sponsorizzazioni sono quasi del tutto vietate durante le Olimpiadi.

L'hanno fatto anche le BMW e McLaren

Il costruttore di Maranello non ha mai rivelato in cosa consista il suo apporto allo sviluppo del bob. Questo non è successo invece per il tiro con l’arco e il canottaggio, discipline su cui la Ferrari è impegnata dal 2012, visto che ha effettuato studi per aumentare la rigidezza delle corde e per ridurre il beccheggio della canoa. Anche la BMW e la McLaren hanno fornito il loro contribuito per la messa a punto dei bob olimpici: nel primo caso per la nazionale statunitense, nel secondo per quella britannica.

Autore: Redazione

Tag: Curiosità , Ferrari , sponsorizzazioni


Top