dalla Home

Home » Argomenti » Intermodalità

pubblicato il 21 aprile 2008

A Fiat il primato nella riduzione di CO2

Bene anche Peugeot e Citroen

A Fiat il primato nella riduzione di CO2

Con la più bassa media di emissioni di CO2 nel 2007, 137,3 g/km, valore che comprende l'intera gamma (dalla 500 alla Croma), Fiat conduce la classifica dei 10 maggiori costruttori in Europa. A riportarlo è un'analisi condotta da JATO Dynamics - società impegnata dal 1984 nella ricerca nel campo automotive in oltre 40 paesi - che ha esaminato i risultati ottenuti nel 2007 dai marchi automobilistici più venduti nel nostro continente.

Seguono la casa torinese Peugeot con 141,9 g/km; Citroen con 142,2 g/km; Renault con 146,4 g/km; Toyota con 141,9 g/km; Ford con 149,1 g/km; Opel con 152,9 g/km; Volkswagen con 161,7 g/km; BMW con 176,7 g/km e Mercedes con 188,4 g/km.

Alla base dell'ottimo risultato ottenuto dalla Fiat si potrebbero elencare diverse cause, tutte radicate nell'attuale composizione della gamma. Una nota stessa di JATO avverte che "quando si conducono analisi di questo tipo è logico che ha dare i risultati migliori sia un marchio la cui offerta di prodotto è dominata da vetture di piccola-media cilindrata. BMW e Mercedes hanno comunque tagliato, a nostro parere, un ottimo traguardo". Va detto poi comunque che la classifica prende in considerazione soltanto i livello di CO2 e non il particolato nè gli Nox, perciò i propulsori diesel, che per loro natura hanno livelli di CO2 più bassi della benzina, risultano favoriti.
A premiare il Lingotto comunque c'è l'impegno sul fronte del metano: nel solo 2007 sono state immatricolate 50 mila auto a gas naturale grazie agli eco-incentivi e grazie anche alla ampia offerrta della gamma che nella linea ecologica "Natural Power", va dal Doblò (anche Cargo) alla Punto (anche Van), dalla Multipla alla Panda (anche Van), fino alla Grande Punto che sarà in vendita entro l'anno.

"Il prossimo obiettivo è quello di raggiungere, entro il 2012, il più basso livello medio ponderato di emissioni di CO2", ha detto Lorenzo Sistino, amministratore delegato di Fiat Automobiles. "Fiat intende ottenere questo risultato attraverso l'introduzione di un piano di intervento mirato su motori e trasmissione, oltre all'utilizzo dell'Eco Drive, un'innovativa applicazione sviluppata con Microsoft, che - attraverso la porta USB del versatile sistema Blue&Me - consente di analizzare lo stile di guida dell'automobilista aiutandolo a ottimizzarne il comportamento in termini di consumi e quindi di emissioni".

Autore:

Tag: Mercato , metano , mobilità sostenibile , carburanti alternativi


Top