dalla Home

Tuning

pubblicato il 18 aprile 2008

Mercedes C 63 AMG: Safety Car nel DTM

457 CV "vigilano" sul celebre campionato tedesco

Mercedes C 63 AMG: Safety Car nel DTM
Galleria fotografica - Mercedes C 63 AMG Safety Car nel DTMGalleria fotografica - Mercedes C 63 AMG Safety Car nel DTM
  • Mercedes C 63 AMG Safety Car nel DTM - anteprima 1
  • Mercedes C 63 AMG Safety Car nel DTM - anteprima 2
  • Mercedes C 63 AMG Safety Car nel DTM - anteprima 3

Il campionato Turismo Tedesco (DTM) ha avuto in Italia una certa notorietà, ai tempi della partecipazione delle Alfa 155 V6 TI, che però si è perduta nel tempo, se non tra gli appassionati di automobilismo sportivo. In Germania, invece, il DTM è un campionato molto popolare che vede concorrere vetture formalmente derivate da quelle di serie, di diversi marchi: uno di questi è protagonista di questo campionato dal 1988, con 28 titoli conquistati. Ci riferiamo ovviamente a Mercedes.

Nell'ultimo Campionato 2007, i piloti Mercedes-Benz hanno conquistato 7 gare su 10, con 6 vittorie della nuova Mercedes Classe C AMG, due delle quali appannaggio dall'ex campione del mondo di Formula 1 Mika Häkkinen, ritiratosi poi a fine stagione. L'impegno diretto della Mercedes nel DTM non si limita però alla sola partecipazione alle corse: così come per la Formula 1, la casa di Stoccarda fornisce anche la Safety Car ufficiale da ormai 8 anni a questa parte. Per tale ruolo è stata scelta una Classe C AMG, come le vetture che gareggiano nel Campionato, ma più vicina alla versione di serie: si tratta infatti della nuova C 63 AMG, con carrozzeria berlina, che debutterà nei giorni 19 e 20 aprile 2008, durante la prima gara stagionale del DTM sul circuito di Oschersleben.

La Safety Car è gestita dall'associazione automobilistica sportiva tedesca (DMSB - Deutscher Motor Sport Bund) che ha la responsabilità dello svolgimento delle gare secondo i requisiti di massima sicurezza, garantita dal regolamento del DTM. Come di consueto, l'impiego della Safety Car è previsto per i casi di emergenza, forzando i concorrenti ad una marcia a ritmo ridotto con divieto di sorpasso, fino al ripristino di condizioni di gara non pericolose.

La C 63 AMG mantiene alcune caratteristiche della versione Performance a listino, a cominciare dal motore AMG V8 aspirato da 6.208 cc con 457 CV di potenza a 6.800 giri/min e 600 Nm a 5.000 giri/min di coppia massima, accoppiato ad una trasmissione semiautomatica a 7 marce (la ben nota AMG Speedshift Plus 7G-Tronic), con paddles al volante e "doppietta" automatica in scalata.

Secondo Mercedes, le prestazioni in termini numerici di questo motore non sono troppo distanti da quelle della Classe C impegnate nelle gare; in ogni caso, le modifiche alla Safety Car rispetto alla C 63 di serie sono ridotte al minimo. Innanzi tutto, c'è uno specifico impianto di scarico sviluppato da AMG per motivi acustici: il suono viene amplificato per i beneficio degli appassionati che seguono la gara in diretta, o in televisione. Il sistema di raffreddamento per alte prestazioni, come pure le sospensioni multilink e il "tuning" AMG a sterzo, sospensioni e freni, restano immutati, mentre sono previsti pneumatici più larghi su cerchi in lega AMG da 19 pollici: le misure sono 245/35 all'avantreno e 265/30 al retrotreno.

Ovviamente, la modifica principale riguarda i sistemi di segnalazione e di comunicazione: è previsto un segnalatore sul tetto ad intermittenza, con luci a led, ed un sistema di comunicazione tra il pilota e gli organizzatore, che comprende radio e monitor TV. Il pilota Peter Lux ed il suo copilota hanno cinture di sicurezza a 4 punti di attacco, mentre il volante è realizzato specificatamente da AMG Performance in fibra di carbonio e rivestimento in pelle morbida e Alcantara, per garantire la migliore presa: è vero che la Safety Car non è impegnata a vincere delle gare, ma è anche vero che deve essere capace di tenere un buon "passo" in ogni tipo di circuito.

Autore: Sergio Chierici

Tag: Tuning , Mercedes-Benz , piloti , serie speciali


Top